Venerdì 1 Marzo

DOPO LA MISSIONE CITTADINA, SI RIPARTE CON RINNOVATO VIGORE

L’assemblea di verifica dei dieci anni di Comunità pastorale si terrà domenica 4 febbraio 2018: sarà un’occasione di confronto sul cammino svolto, ma anche di individuazione delle linee guida per gli anni successivi.


Messa di chiusura della Missione cittadina 2017

“Stop and go”: dopo i frenetici mesi di settembre e ottobre, che hanno visto avvicendarsi don Luciano a don Ettore, quali responsabili della nostra comunità cittadina e i 10 intensi giorni della Missione “Xessere1”, nella seduta del consiglio pastorale dello scorso 14 novembre, il prevosto don Luciano ha illustrato la lettera pastorale del nostro arcivescovo, monsignor Mario Delpini per l’anno 2017-2018, cui hanno fatto seguito alcuni interventi riguardo la Missione appena conclusa e la preparazione dell’assemblea di verifica a 10 anni dalla costituzione della comunità pastorale. Una riunione, quindi, per fare il punto della situazione e poi ripartire, con rinnovato vigore.

La lettera pastorale - Commentando “Vieni, ti presenterò la sposa dell’Agnello”, questo il titolo dell’opuscolo disponibile in Libreria del Naviglio e di facile lettura, il prevosto ha posto l’accento sulle priorità da perseguire indicate dall’arcivescovo, commentando il testo di Apocalisse 21,1-22,5. La comunità cristiana vive del rapporto con il Signore, che nasce dall’Eucaristia: senza il Signore non possiamo fare nulla e nella celebrazione eucaristica, che plasma la vita della comunità “devono risplendere la gioia e la comunione che fanno dei molti un cuore solo e un’anima sola”. Se la prima vocazione è essere discepoli di Gesù Cristo, ciascuno è chiamato a vivere la vita come grazia e come dono, secondo quello che lo Spirito suggerisce. La comunità cristiana, infine, è chiamata a essere sale della terra che fa germogliare il bene, “testimoniando come la fede diventa cultura, proponga una vita buona, desiderabile per tutti, promettente per il futuro del Paese e per l’Europa”.

La Missione - Riguardo la Missione, dopo l’intervento di don Luciano – che a nome della diaconia ha evidenziato nel complesso la buona riuscita della Missione e alcune criticità (riprendendo quanto già detto durante la celebrazione eucaristica conclusiva) - alcuni consiglieri hanno messo in risalto il positivo lavoro fatto nelle scuole, incontrando gli alunni delle medie e delle superiori, suscitando interesse e coinvolgendo gli studenti e lasciando piacevolmente sorpresi anche i docenti: un dato non così scontato. La Missione è stata resa possibile anche dal lavoro “remoto e nascosto” di una commissione intergenerazionale che ha lavorato alacremente e contemporaneamente su più fronti: al ringraziamento doveroso, si affianca il riconoscere che un maggiore interesse e una più ampia collaborazione da parte dei singoli consiglieri avrebbe indubbiamente alleggerito il loro lavoro. Buona, poi, l’accoglienza della tenda, posta al centro di Piazza Matteotti: un’azione che è stata recepita dalle persone, che hanno usufruito di questo luogo, come occasione di dialogo con i padri missionari e con le suore; significativa la partecipazione alla celebrazione della Liturgia delle Ore e all’Adorazione Eucaristica nella giornata di sabato 28 ottobre e nella notte seguente.

L’Assemblea di verifica - Numerosi, infine, i suggerimenti emersi per l’organizzazione dell’Assemblea, che si terrà nel pomeriggio di domenica 4 febbraio 2017, in chiesa prepositurale. Questo momento sia occasione di confronto e di verifica sul cammino svolto nei dieci anni di comunità pastorale, individuando nel contempo le linee guida per gli anni successivi: una progettualità quindi che diventa strumento utile perché individua delle priorità su cui investire. Certo è che per confrontarsi e verificare… bisogna vivere la comunità! L’auspicio è che entro giugno 2018 si possano già tracciare le linee guida del nuovo ‘Piano pastorale’ così che a settembre ci si possa rimettere in cammino.

La Segreteria

Cernusco sul Naviglio, 24 novembre 2017