Giovedì 29 Febbraio

INGRESSO DI DON ETTORE COLOMBO ALLA “SANTI APOSTOLI”

Dopo i tredici anni trascorsi a Cernusco, don Ettore ha assunto la responsabilità della Comunità pastorale “Santi Apostoli”, nel centro storico di Milano, comprendente quattro parrocchie.

Sono le 17:35 di domenica 12 novembre, entriamo nella Basilica di San Nazaro Maggiore ("in Brolo"), a due passi dal Duomo, e ... sembra di essere a Cernusco: sono infatti quasi solo Cernuschesi i presenti in attesa della Santa Messa che celebra, in modo ufficiale, l'ingresso di don Ettore Colombo come nuovo parroco e responsabile della Comunità pastorale "Santi Apostoli" comprendente le parrocchie di Sant’Eufemia, San Francesco di Sales, Santa Ma­ria al Paradiso e San Calimero, Santi Apo­stoli e Nazaro Maggiore.

.

Man mano la basilica si riempie, incontriamo monsignor Carlo Faccendini - fu vicario episcopale della nostra zona pastorale e da questa mattina ufficialmente "Abate di Sant'Ambrogio" - e poco indietro don Ettore, visibilmente contento, che vanno a prepararsi per la processione d'ingresso. Puntualissima, alle 18:00 inizia la celebrazione con la processione che dal fondo della basilica sale all'altare.

Per don Ettore sarà una celebrazione tra amici: presiede l'introduzione monsignor Faccendini, come aveva fatto 9 anni fa’ al Parco dei Germani, legge il decreto di nomina il decano, monsignor Gianni Zappa, con lui nella segreteria del cardinal Martini, accompagna la celebrazione il diacono Dario Gellera e don Ettore Bassani è con lui intorno all'altare, tanti volti noti di Cernuschesi e anche qualche parrocchiano di Biumo Superiore (Varese) partecipano alla celebrazione.

Nell'omelia don Ettore ha ringraziato gli arcivescovi Scola e Delpini per la fiducia accordatagli, affidandogli questa Comunità, e i confratelli della diaconia per l'accoglienza, dopo di che, come sua consuetudine, ha preso spunto dalla Parola del giorno per commentare quanto stava accadendo.

Al termine di una celebrazione sobria e raccolta, mentre la processione dei celebranti e dei ministranti si ritirava in sacrestia, don Ettore si è fermato all'ingresso della Basilica (per chi la conoscesse, sotto le volte della Cappella Trivulzio) per salutare di persona quanti erano venuti a condividere questo momento. A lui abbiamo fatto i nostri auguri, promettendogli ancora una volta che "capiteremo dalle sue parti": in fondo non è certo lontano!

Abbiamo rivisto e salutato anche mamma Felicita: ci sarà modo di capire se riuscirà a costruire anche "nella grande città" quel mondo di relazioni che aveva così amabilmente intessuto a Cernusco. E' così terminato il ciclo dei "passaggi": con l'Avvento inizia un nuovo anno pastorale: a tutti "buon cammino".

Giancarlo Melzi

Cernusco sul Naviglio, 12 novembre 2017