Giovedì 29 Febbraio

DOMENICA 5 NOVEMBRE, SOLENNE INGRESSO DEL NUOVO PREVOSTO

Secondo un’antica tradizione, l’ingresso del nuovo prevosto e responsabile della Comunità pastorale “Famiglia di Nazaret”, monsignor Luciano Capra, inizierà, alle ore 16, al Santuario di Santa Maria. Dopo la preghiera di affidamento a Maria, sul sagrato lancio dei palloncini e saluto dei bambini. Poi a piedi verso piazza Matteotti, dove ad attenderlo ci sarà il Sindaco. Quindi in chiesa prepositurale, alle ore 17,00, la concelebrazione eucaristica con il rito di ingresso.


Monsignor Luciano Capra (a destra nella foto) assieme all'arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini

L’ingresso di un nuovo parroco è sempre un evento molto atteso da una comunità. Perché i fedeli accolgono colui che viene mandato dal vescovo, successore degli apostoli, a guidare una porzione della Chiesa locale nel cammino di crescita e testimonianza del Vangelo. Ma anche la comunità civile solitamente vi guarda con attenzione perché, nella doverosa distinzione dei ruoli, la collaborazione tra l’ente pubblico e l’istituzione religiosa porta sempre buoni frutti per tutti, senza discriminazioni e distinzioni.

Una volta c’era anche l’effetto sorpresa ad aumentare ancora di più l’attesa per questo primo incontro. In passato, infatti, si trattava davvero del primo contatto del nuovo parroco con la sua comunità. Ora, invece, non è più così, perché, nel nostro caso, il nuovo prevosto è già dallo scorso settembre in mezzo a noi. E così era stato anche con i suoi ultimi due predecessori: don Luigi Caldera e don Ettore Colombo.

Questo però non toglie nulla all’importanza dell’evento e all’attesa per quanto dirà in questa occasione monsignor Capra. Solitamente è la celebrazione nella quale il nuovo Pastore indica l’itinerario lungo il quale intende camminare con i fedeli a lui affidati. Qualcosa abbiamo già forse potuto capirlo in queste prime settimane, ma in modo più compiuto lo comprenderemo dall’omelia della celebrazione d’ingresso.

Il parroco “deve sempre favorire la comunione missionaria nella sua Chiesa perseguendo l’ideale delle prime comunità cristiane, nelle quali i credenti avevano un cuore solo e un’anima sola” – “per essere uno”, ricordando il titolo della nostra recente Missione cittadina - “perciò, a volte si porrà davanti per indicare la strada e sostenere la speranza del popolo, altre volte starà semplicemente in mezzo a tutti con la sua vicinanza semplice e misericordiosa, e in alcune circostanze dovrà camminare dietro al popolo, per aiutare coloro che sono rimasti indietro e – soprattutto – perché il gregge stesso possiede un suo olfatto per individuare nuove strade”. Questo è quanto ha scritto Papa Francesco nell’Evangelii gaudium (n. 31) a proposito del vescovo diocesano, ma possiamo applicarlo anche al ministero pastorale del singolo parroco.

Secondo un’antica tradizione, l’ingresso solenne del nuovo prevosto di Cernusco e dal 2007 anche responsabile della Comunità pastorale “Famiglia di Nazaret” – domenica 5 novembre, alle ore 16 - inizierà dal Santuario di Santa Maria. Il più antico luogo di culto cittadino, le cui origini risalgono attorno all’anno Mille. Dopo la preghiera di affidamento a Maria, sul sagrato del santuario ci sarà il lancio dei palloncini e il saluto dei bambini degli oratori cittadini.

Monsignor Luciano Capra si incamminerà poi verso Piazza Matteotti, accompagnato dai presenti. Ad attenderlo ci sarà il Sindaco, Ermanno Zacchetti, che a nome dell’amministrazione comunale, gli rivolgerà un indirizzo di saluto. Anche questo è un momento significativo perché esprime la volontà, da entrambe le parti, di costruire una “comunità dialogante” con tutte le sue diverse e vive realtà.

Il corteo poi ripartirà per raggiungere la chiesa prepositurale di Santa Maria Assunta dove - per le ore 17,00 - è prevista la solenne concelebrazione eucaristica, con una ventina di sacerdoti, e il rito di ingresso del nuovo prevosto, alla presenza del vicario episcopale della nostra zona pastorale, monsignor Piero Cresseri, che interviene in rappresentanza dell’arcivescovo. Per l’occasione è stato predisposto un apposito libretto, per dar modo così a tutti i fedeli presenti di seguire con attenzione la solenne liturgia.

Nelle domeniche successive, il nuovo responsabile della Comunità pastorale celebrerà una Messa solenne in ciascuna delle altre due parrocchie cittadine - San Giuseppe Lavoratore e Madonna del Divin Pianto – di cui è già, a tutti gli effetti, parroco.

Tutte le Messe vespertine di domenica 5 novembre nelle tre chiese cittadine, data la concomitanza con l’ingresso del nuovo prevosto, sono sospese. Compresa quella delle ore 20,30 in chiesa prepositurale.

L’ingresso del nuovo prevosto non intende essere una parata, ma una festa di popolo, che esprime così la sua gioia nell’accogliere una nuova guida. Purtroppo, al momento, le previsioni meteo non promettono nulla di buono per il pomeriggio di domenica 5 novembre. Si sta quindi pensando ad un programma alternativo, che sarà comunicato entro sabato.

Cernusco sul Naviglio, 2 novembre 2017