Venerdì 1 Marzo

"AVERE A CUORE LA FAMIGLIA, PAROLA PROFETICA PER QUESTO NOSTRO TEMPO"

Monsignor Mario Delpini, arcivescovo di Milano, sabato 28 ottobre, ha inaugurato a Cernusco, in piazza Matteotti, il rinnovato consultorio familiare. Una mattinata intensa e ricca di significati per la nostra città.

Il momento tanto atteso della riapertura del consultorio familiare “Centro della Famiglia” si è concretizzato con la presenza del nostro arcivescovo che ha voluto visitare di persona e poi benedire la nuova struttura. Nella salone del Centro cardinal Colombo ad attenderlo - accompagnato dal nostro prevosto, don Luciano Capra - c’erano tanti sacerdoti del decanato, numerosi operatori di altri consultori, le autorità civili, e soprattutto tanti Cernuschesi che, con molta curiosità, avevano atteso questo momento.

Il primo saluto è stato quello di Attilio Mattavelli, direttore generale della Fondazione ”Centro per la famiglia Cardinal Carlo Maria Martini onlus”, ed è andato a monsignor Delpini: “bentornato nel mondo dei consultori delle famiglie”, ricordando così l’impegno costante che ha profuso come vicario generale in questo ambito. Altri ringraziamenti sono stati rivolti a don Luciano, “contiamo sul suo aiuto di pastore”, e al decano don Claudio Silva, parroco di Carugate, “che si è speso tanto per questo progetto”. Poi anche ai collaboratori “o meglio corresponsabili”, che garantiranno la gestione e il funzionamento della struttura.

Don Luciano, da ‘padrone di casa’, ha detto di aver accolto “molto volentieri” questo progetto, evidentemente iniziato molto tempo prima del suo arrivo a Cernusco, come “un dono e un regalo”, specialmente in un decanato così vasto come il nostro: ”sarà un luogo prezioso che continuerà e crescerà nel tempo. Ora ci faremo carico di portarlo avanti”.

Nel successivo intervento di don Luca Fumagalli, presidente della citata Fondazione, sono emersi la consapevolezza del valore e della grandezza di questa esperienza, che offre un servizio “anche fuori da perimetro della nostra Chiesa”, e la gratitudine verso chi per 40 anni ha portato avanti l’attività del precedente consultorio cittadino (CeAF).

Don Edoardo Algeri, presidente della Confederazione Italiana dei consultori di ispirazione cristiana, oltre 200 in tutt’Italia, ha parlato dei cinque Centri, compreso questo nuovo di Cernusco, gestiti dalla Fondazione Martini: “superando ostacoli non piccoli, si potranno offrire prestazioni gratuite alle famiglie”, esprimendo così “una carità specifica per la famiglia”, assumendo la comunità cristiana i costi delle strutture di servizio. Uno sforzo notevole! L’impegno del consultorio non sarà rivolto verso “un lavoro di nicchia, ma lavorando e collaborando con tutti gli ambiti sociali” punterà a “curare anche la dimensione sociale relazionale, non solo nel momento di crisi, per restituire così la famiglia, come risorsa, alla società civile.”

L’arcivescovo ha quasi spiazzato i presenti dicendo che “non sono qui per parlare ma per benedire”! Benedire vuol dire “invocare l’alleanza con Dio, invocare quindi quella fonte inesauribile di fiducia che accompagnerà gli operatori. Dio è alleato di chi fa questo servizio.” “Questo Centro per la famiglia, questo avere a cuore la famiglia – ha proseguito l’arcivescovo - è una parola profetica in questo nostro tempo. Come comunità cristiana dobbiamo avere la fermezza di pronunciare questa parola – la famiglia - non tanto per farne uno slogan, ma un parola che entra nelle dinamiche ordinarie della vita civile e sociale nella quale è inserita. Perché l’impressione che abbiamo è che la famiglia sia sconfitta.”

“Noi invece investiamo sulla famiglia – ha aggiunto monsignor Delpini - noi crediamo che la cellula fondamentale della società sia la famiglia. In questo tempo - in cui talvolta sembra che sia più saggio chi non si sposa, chi non forma una famiglia, non la inquadra in un patto definitivo, ma la vive come una sorta di convivenza sperimentale - noi diciamo che il bene comune è promosso e custodito dalla famiglia. In questo senso è una parola profetica, perché mi pare che tanti sintomi dicano che non è questa la priorità delle preoccupazioni dominanti. Noi diciamo questa è la priorità. Questa è la possibilità di rendere più serena la convivenza, questa è la possibilità di rendere più equilibrate le persone, questo è il baluardo contro la disgregazione, contro i disturbi di personalità che creano poi tante nuove problematiche.”

Dopo la proiezione di un breve filmato sui ”numeri “ degli altri consultori della zona gestiti dalla Fondazione Martini, Gabriele Pirola, direttore del nuovo Centro di Cernusco, ha brevemente ricordato che “ciò che è più grande dei numeri sono i valori che ci sono in Fondazione” e il lavoro di gruppo che caratterizzerà l’impegno futuro, rivendicando anche “l’alta gamma dei servizi che offrirà il nuovo consultorio, perché a volte si confonde quello che è gratuito, come saranno le sue prestazioni, con quello che è residuale”.

Anche il Sindaco, Ermanno Zacchetti, presente con il vicesindaco, Daniele Restelli, ha salutato i presenti: “Cernusco è una città che guarda al futuro” e “800 nuove famiglie” accolte tra noi comprovano l’attrazione e la bellezza della nostra cittadina, “ricca di servizi e di spazi verdi, ma anche attenta alla qualità delle relazioni personali”. Il Sindaco ha concluso accennando al legame personale con il Cardinal Martini, al quale è intitolata la Fondazione che gestirà il nuovo consultorio, a partire dalla lettera pastorale Farsi prossimo, che ha inciso sulla sua formazione e su quella di tanti altri giovani.

Dopo tanti discorsi, la benedizione dell’arcivescovo, l’immancabile taglio del nastro, la visita ai locali del Centro e un saluto dai microfoni di RCS InBlu, che ha proprio gli studi di trasmissione attigui al nuovo consultorio. Poi celermente in piazza: salutato dai presenti e accolto da un gruppo festoso di bambini all’ingresso della Tenda dell’adorazione, collocata in centro città per i dieci giorni della Missione cittadina. Qui monsignor Delpini ha brevemente sostato in preghiera davanti a Gesù Eucaristico, per poi ripartire in auto per altri impegni pastorali.

Maurilio Frigerio

Le foto dell’evento: sulla nostra pagina facebook

Cernusco sul Naviglio, 28 ottobre 2017