Giovedì 29 Febbraio

FESTA DI RONCO 2017. L´ENTUSIASMO NON SI SPEGNE

Ritorna, sabato 9 e domenica 10 settembre, l’evento annuale che veste di allegria le strade del quartiere


A quanti davano per sorpassata la festa di Ronco, i giovani (o giovani adulti, secondo i punti di vista) di questo quartiere di Cernusco (abbiamo smesso di scrivere frazione), rispondono con un calendario ricco di iniziative e con la nuova formula collaudata dall’anno scorso, condensata ma non per questo meno bella e interessante. L’appuntamento è, come da tradizione, per la seconda domenica di settembre. Lo sappiamo, in quella occasione, ci saranno altre iniziative a Cernusco, non meno importanti e divertenti, ma crediamo che una visita a Ronco non possa davvero mancare, è ormai una tradizione, si sa.

Vi proponiamo quindi il programma dettagliato delle attività che si svolgeranno, dunque, sabato 9 e domenica 10 settembre prossimi.

Entusiasmo, impegno e missione Le parole chiave della preparazione di questa manifestazione sono “entusiasmo, impegno e missione”. Un entusiasmo fatto di serate, allegre certo ma non meno impegnative, passate nel cosiddetto “scantinato”, di riunioni, di lavoro alacre per preparare i premi della pesca, per allestire le decorazioni, perché le gare equestri si svolgano con regolarità e tutto il necessario perché la festa venga al meglio. E un impegno, davvero indefesso, prima e durante i giorni dell’evento, quando l’orologio segna solo l’avvicinarsi di quella o di quell’altra attività e non certo la stanchezza, quando non c’è da camminare ma sempre da correre da una parte all’altra per portare quella cosa indispensabile perché la gente aspetta, quando davvero il clima diventa familiare e tutte le persone coinvolte funzionano come un corpo unico sotto la guida di alcuni, certo, ma quasi seguendo il proprio buon senso e attenti a un copione che ormai si conosce.

E alla fine, si arriva spossati perché le attività richiedono fatica e tempo veramente dedicato agli altri (alcuni devono chiedere dei giorni di ferie), ma contenti per aver portato a termine la “missione”: aver compiuto una giornata di festa, aver reso omaggio a una tradizione ormai inveterata e al santo patrono di Ronco, aver tenuto vivo lo spirito di una comunità che non si arrende nonostante tutto e tutti e, non meno importante, di aver regalato momenti di serenità e gioia agli amici, nessuno escluso, che hanno voluto, ancora una volta e sempre di più, farci visita in questi giorni dedicati alla festa.

Paolo Villa