Venerdì 1 Marzo

ALL’ASO CERNUSCO IL “GRANDE SLAM CSI”

Il prestigioso riconoscimento del Comitato di Milano del CSI corona una stagione sportiva ricca di soddisfazioni. Bravi i giocatori, ma bravi anche allenatori, collaboratori e dirigenti.


Fasi nazionali a Cesenatico (foto da www.csi-net.it): Aso 2003 Bianco

«Per il secondo anno di fila Aso Cernusco – hanno scritto, con giusto orgoglio, i dirigenti dell’associazione sportiva degli oratori cittadini sul suo profilo Facebok - è prima nel Grande Slam 2016/2017. Il prestigioso premio dl CSI Milano rappresenta l’onorificenza più significativa e premia le tre società che si sono distinte nell’anno per partecipazione complessiva all’attività sportiva, ottenendo contemporaneamente risultati associativi, tecnici e disciplinari di primario rilievo.»

«La classifica comprende 412 società sportive – si legge ancora nel post - che partecipano all'attività del Comitato di Milano. Un premio che va a riconoscere il grande lavoro di tutte le persone della nostra comunità che credono nel valore dello sport in oratorio e che ci dà ulteriori stimoli a continuare in questa bella avventura di sport per tutti.»

Il Grande slam, assegnato ogni anno dal Comitato CSI di Milano, tiene conto dei seguenti criteri: partecipazione complessiva delle squadre nell’anno sportivo, in tutte le discipline sportive; premi fair play; piazzamenti di rilievo in tutti i campionati e tornei del CSI Milano; accesso e risultati tecnici delle fasi nazionali e regionali; partecipazione ad attività provinciale, ritenuta dalla Presidenza di particolare valenza associativa; particolare impegno nello “sport per bambini”.


Fasi nazionali a Cesenatico (foto da www.csi-net.it): Aso 2003 Bianco

I risultati ottenuti dalle formazioni dell’Aso Cernusco sono stati senza dubbio significativi. A partire dal 3° posto (ottenuto battendo per 3 a 1 la Nuova Virtus Cesana) nelle finali nazionali, disputatesi a Cesenatico a fine giugno, del campionato di calcio a 11, categoria Ragazzi. “Si è conclusa con un ottimo terzo posto l'avventura dei 2003 Bianco alle finali nazionali del CSI di Cesenatico. Nessun rimpianto ma solo la consapevolezza di aver compiuto un ciclo sportivo davvero strepitoso. Adesso il meritato riposo”: hanno commentato i dirigenti Aso. In semifinale hanno perso per 2 – 1 contro la Polisportiva OR.PA.S. (pure di Milano) che poi si è aggiudicata la finalissima.
Dopo questa partita, l'attività sportiva di aso va in vacanza.

Alla mancata qualificazione per le semifinali della Junior Tim Cup – disputatesi a inizio giugno allo Stadio Olimpico di Roma – ha fatto poi seguito la conquista da parte di Aso Cernusco 2005 del 3° posto dell’Oratorio Cup, sabato 3 giugno, al Suning Training Center (ex Pinetina). Un torneo di calcio che ha coinvolto, durante la stagione, ben 64 squadre della categoria Under 12 di calcio a 7, dedicato alla memoria di Giacinto Facchetti, promosso da Fc Internazionale e organizzato da Csi Milano e Fom.

Nei campionati provinciali di calcio a 11 giocatori l’Aso Cernusco 2003 Bianco si è aggiudicata la categoria Ragazzi; mentre l’Aso Cernusco 2005 Rosso è arrivata prima nella categoria Under 12. Nella Coppa CSI, categoria Ragazzi, vincitrice è stata Aso Cernusco 2003 Bianco.

Nei campionati primaverili di calcio a 11 giocatori, primo posto per Aso Cernusco 2005 Rosso nella categoria Under 12; mentre si sono dovute accontentare del secondo posto, nella categoria Top Junior, Aso Cernusco 96 e, nella categoria Allievi, Aso Cernusco 2002 Blu.

Nel campionato primaverile di calcio a 7, categoria Under 11, vittoria per Aso Cernusco 2006 Bianco.


Fasi nazionali a Cesenatico (foto da www.csi-net.it): Aso 2003 Bianco

Ci siamo limitati a ricordare le vittorie conseguite nel calcio, ma anche nelle altre discipline non sono mancate le soddisfazioni. Risultati conseguiti grazie ai tanti volontari (allenatori, accompagnatori, collaboratori e dirigenti) che prestano gratuitamente la loro opera nell’’Aso Cernusco.

Nessun ragazzo si accosta allo sport per essere educato, ma semplicemente per giocare e divertirsi. La nostra sfida – ha recentemente sottolineato don Alessio Albertini, consulente ecclesiastico nazionale del CSI - è che all’interno di questa esperienza possa incontrare figure credibili e attrattive. E’ questo a fare la differenza perché l’attività sportiva, di per sé, non è automaticamente educativa: lo diventa nella misura in cui allenatori e dirigenti sanno ascoltare e ‘accompagnare’ nella crescita umana e sportiva i bambini e i ragazzi che si affidano a loro. Figure che abbiano a cuore non solo gli aspetti tecnici e la prestazione sportiva ma la vita intera dei loro ragazzi.” Questa è la grande sfida che in ogni stagione sportiva Aso Cernusco si trova a dover affrontare, ma, allo stesso tempo, queste figure (allenatori, accompagnatori, collaboratori e dirigenti) sono il suo grande patrimonio.

Cernusco sul Naviglio, 10 luglio 2017