Giovedì 29 Febbraio

AGORÀ: TOCCA A “CHOPIN E LEOPARDI”

Per la stagione 2015/2016 del Teatro Agorà – venerdì 19 febbraio - è la volta del concerto della pianista di fama internazionale Alice Baccalini che condivide il palco con l’attore Corrado Accordino.


«Uno spettacolo straordinario che mette in scena l’opera di due geniali artisti che hanno saputo commuoversi di fronte al destino umano cercando di trasformare in parole e musica i cangianti sentimenti del cuore e dell’anima»: così Palma Agati, responsabile della stagione teatrale dell’Agorà ci presenta il prossimo spettacolo in cartellone per venerdì 19 febbraio, alle ore 21,00. Poi ci spiega: «Fra i massimi esponenti del romanticismo, Frédéric Chopin e Giacomo Leopardi riconoscono entrambi il legame indissolubile tra le due forme artistiche. Se per Leopardi la poesia si apre alla musica, lo stesso vale per Chopin: la sua musica ha tale potenza e pienezza di espressione da affiancarsi alla scrittura in versi. Anche il modo di presentare la vita dei due artisti, nello stile di equivoci musicali, è originale e fa ricorso a lettere, racconti aneddotici, riflessioni a margine.»


«Due universi poetici simili e attualissimi con cui confrontarsi – conclude Palma Agati - per mettere a nudo delle caratteristiche essenziali della persona umana nelle sue dimensioni esistenziali più profonde. Come ebbe a scrivere Nietzsche: “L’ultimo dei musicisti moderni, il polacco Chopin, l’unico a cui si addice l’epiteto di inimitabile, ha guardato e adorato tutta la bellezza della poesia di Leopardi prima di suscitare la sua musica così toccante”. C’è una realtà sussistente che unisce in maniera sotterranea questi due geni del romanticismo europeo. La poesia di Leopardi è intrisa di musica così come i notturni di Chopin lo sono di poesia.»

Per celebrare questo connubio il concerto prevede la performance della pianista di fama internazionale Alice Baccalini che condivide il palco con la voce di Corrado Accordino (drammaturgia: Andrea Zaniboni; produzione EquiVoci Musica).


Cernusco sul Naviglio, 8 febbraio 2016