Domenica 12 Luglio

LAVORO E CASA AL CENTRO DELLA GIORNATA DELLA SOLIDARIETÀ

Lavoro, casa e relazioni in un mercato che cambia. Sono questi i temi al centro della Giornata della solidarietà che si celebra domenica prossima, 24 gennaio, in tutta la Diocesi.

“La Chiesa ha la missione di annunciare la misericordia di Dio, cuore pulsante del Vangelo, che per mezzo suo deve raggiungere il cuore e la mente di ogni persona”. Queste parole di Papa Francesco riprese dal nostro Arcivescovo nella lettera pastorale di quest’anno, sintetizzano in modo chiaro l’attitudine con cui entriamo nell’anno santo della misericordia. Le Quattro Giornate 2016, ritoccate nel loro ordine abituale per esigenze di calendario liturgico (celebreremo prima la giornata della solidarietà, poi quella della famiglia e della vita, infine quella del malato) sono state pensate come un esercizio, uno strumento di allenamento a questa attitudine. Già dal titolo “Misericordiosi come il Padre. Le opere di misericordia come stile di vita” i quattro appuntamenti sono pensati come l’occasione per invitare “a praticare le opere di misericordia corporali e spirituali. Esse generano atteggiamenti e gesti che, vissuti con fedele regolarità, lentamente rinnovano i nostri cuori” (Educarsi al pensiero di Cristo, p. 58).

     Ecco i temi che caratterizzano ciascuna delle “Quattro giornate”:
- 24 gennaio 2016 Giornata diocesana della solidarietà - “Alloggiare i pellegrini”. Lavoro, casa e relazioni: nei processi di mobilità legati al mercato del lavoro
-
31 gennaio 2016 Festa diocesana della famiglia - “Perdonare le offese”. Per custodire le relazioni familiari
-
7 febbraio 2016 Giornata nazionale della vita - “Vestire gli ignudi”. La misericordia fa fiorire la vita
-
11 febbraio 2016 Giornata mondiale del malato - “Visitare gli infermi”. Affidarsi a Gesù misericordioso come Maria: “Qualsiasi cosa vi dica, fatela” (Gv 2,5)

La Giornata diocesana della solidarietà, come tradizione, sarà preceduta da un convegno in programma sabato 23 gennaio al Cineteatro Maria Regina Pacis (via Kant 8, Milano), con inizio alle ore 10. Dopo l’introduzione di don Walter Magnoni (responsabile diocesano del Servizio della Pastorale Sociale e il Lavoro), seguirà il dialogo tra Antonio Galdo (direttore del sito www.nonsprecare.it) e Silvano Petrosino (docente Università Cattolica di Milano e Piacenza) e il confronto assembleare. Le conclusioni saranno a cura di monsignor Luca Bressan (vicario episcopale per la Cultura, la Carità, la Missione e l’Azione Sociale). Info e iscrizioni: tel. 02.8556430; sociale@diocesi.milano.it; www.occhisulsociale.it

In questo Anno della Misericordia, «ogni “Giornata” delle cosiddette “Quattro Giornate” – ha detto don Walter Magnoni nell’intervista pubblicata su www.chiesadimilano.it – (sarà contraddistinta) con un’opera di misericordia. “Alloggiare i pellegrini” è opera di misericordia corporale ben presente nella famosa pagina del giudizio universale e punto centrale della spiritualità ebraica. Rimane famoso il brano di Genesi 18 in cui Abramo accoglie i tre pellegrini presso le Querce di Mamre. Oppure si pensi alle parole dell’autore della lettera agli Ebrei: “Non dimenticate l’ospitalità; alcuni praticandola, senza saperlo hanno accolto degli angeli”.»


«La Giornata della solidarietà, indetta dal cardinale Martini all’inizio degli anni Ottanta – ha spiegato don Magnoni - vuole aiutare a riflettere sulle dinamiche di solidarietà da attuare all’interno della società per sostenere il mondo del lavoro. Lo sguardo prospettico da cui indagheremo questa opera di misericordia non sarà tanto quello del pensare a come accogliere i profughi o chi è senza casa. Pur essendo un’urgenza del nostro tempo, ci pare che le riflessioni in atto e le azioni messe in campo siano già molteplici.» Si rifletterà, invece, nel convegno, su “come stanno mutando le abitudini abitative a partire dai cambiamenti del mercato del lavoro in sempre maggiore mobilità” e sulla “fine delle grandi fabbriche (che) ha modificato il volto della città, insieme sono sorte nuove professioni, ma alcune di queste ultime sembrano già in fase di esaurimento”.

Le offerte raccolte durante la Giornata della solidarietà saranno devolute al Fondo di solidarietà che la Diocesi utilizza, in accordo con il servizio Siloe, per aiutare le persone nel reinserimento lavorativo. I soldi che confluiscono in questo Fondo vengono spesi per superare gli ostacoli pratici in vista di una ricollocazione lavorativa.

In allegato: locandina delle “4 Giornate”

Cernusco sul Naviglio, 18 gennaio 2016