Giovedì 29 Febbraio

GIORNATA PER IL DIALOGO TRA CRISTIANI ED EBREI

In occasione della 28a Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cristiani ed ebrei – martedì 17 gennaio - l’Arcivescovo incontrerà il rabbino capo di Milano rav Alfonso Arbib

Foto archivio SIR – Riproduzione riservata


La 28a Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cristiani ed ebrei che ricorre martedì 17 gennaio, a Milano sarà caratterizzata, quest’anno, da un evento particolare: il cardinale Angelo Scola farà visita a rav Alfonso Arbib, rabbino capo e presidente dell’Assemblea dei Rabbini d’Italia, nella Sinagoga centrale di via della Guastalla alle ore 19.


«La visita in Sinagoga è frutto del dialogo tra l’arcivescovo Scola e rav Arbib- spiega monsignor Luca Bressan, che ha collaborato alla preparazione dell’incontro, sul sito web della diocesi - . Insieme vogliono testimoniare l’impegno delle due religioni per la pace. Per i cristiani come per gli ebrei Gerusalemme è il cuore e il punto centrale della fede e insieme possiamo essere artefici di pace».


«Per i prossimi cinque anni abbiamo scelto di proporre alla comune riflessione per la giornata di dialogo ebraico cristiano un brano preso da cinque libri biblici, che nella Bibbia Ebraica costituiscono le cinque “megillot” (i rotoli): Rut, Cantico dei Cantici, Qoelet, Lamentazioni, Ester. Nella nostra Bibbia questi libri occupano posti differenti in base al loro legame con dei supposti periodi storici… Nella tradizione ebraica ogni libro viene letto in una delle feste più importanti.» Così scrive monsignor Ambrogio Spreafico, presidente della Commissione episcopale per l’ecumenismo e il dialogo che ha curato, per parte cattolica, il sussidio per la Giornata 2017.


Per scaricare il “Sussidio per la XXVIII Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cattolici ed ebrei”, cliccare qui


Cernusco sul Naviglio, 16 gennaio 2017