Giovedì 29 Febbraio

SABATO 1 OTTOBRE, ALL’ORATORIO PAOLO VI FESTA D’INIZIO ANNO

Quest’anno la festa coincide con un avvenimento tanto atteso: l’inaugurazione del nuovo campo di calcio in erba sintetica a 11 giocatori. Una giornata con diversi appuntamenti e un talent show finale.


L’Oratorio Paolo VI di via San Francesco, visto dal cortile

La festa dell’Oratorio Paolo VI di via San Francesco quest’anno concluderà il ciclo delle feste d’inizio anno nei tre oratori cittadini. Prenderà il via sabato 1 ottobre, alle ore 10, con i tornei di scuola calcio e mini volley; in contemporanea ci sarà la possibilità, soprattutto per i più piccoli, di divertirsi con i gonfiabili. Alle 11,30 apertura del Chiringuito e a seguire, alle 12,30, la possibilità di fermarsi a pranzo, previa iscrizione presso l’ASO Cernusco.

Nel pomeriggio, dopo la ripresa dei tornei, alle 15,30 gli animatori dell’oratorio proporranno diversi momenti di animazione nell’ampio e rinnovato cortile, così da arrivare al momento più importante della giornata.

Alle 18,30 – nel cortile dell’oratorio - la Messa presieduta da don Massimo Pirovano, nuovo responsabile della Pastorale giovanile della diocesi. Al termine, la benedizione del nuovo campo di calcio e quindi il lancio dei palloncini.

Per la serata - dopo l’apertura, alle 19,30 della pizzeria oppure del ristorante (cena a buffet in salone don Bosco, su iscrizione) – due appuntamenti: alle 20,00 esibizione di ballo a cura del gruppo “Dance Mania”, mentre alle 21 sarà la volta del talent show – “VI un talento”, da leggersi “Sei un talento” – a cura dei giovani dell’oratorio.

Il giorno successivo, domenica 2 ottobre, alle ore 9, dall’oratorio Paolo VI partirà l’ASO running – marcia non competitiva di 5 o 10 chilometri (per maggiori informazioni leggere l’articolo pubblicato su questo stesso sito) - con arrivo al Centro sportivo Don Gnocchi di via Manzoni, in occasione del suo 50° di attività. Ci sarà la possibilità di affidare i propri zaini all’oratorio Paolo VI, che provvederà poi a farli ritrovare all’arrivo, dove chi vuole potrà fare anche la doccia.

I giovani cristiani che vivono il proprio tempo hanno bisogno di una comunità che li accompagni e li aiuti a maturare una fede essenziale, che non sia formale e staccata dalla vita, ma decisiva nel discernimento e nella testimonianza a scuola, con gli amici e nella comunità cristiana. «La sequela, in ogni suo istante e forma - afferma don Massimo Pirovano, nuovo responsabile del Servizio giovani della Diocesi, in un’intervista pubblicata sul sito web della diocesi, www.chiesadimilano.it - è l'esperienza che unifica un vissuto che diversamente appare frantumato, inconcludente, e a tratti vuoto e pesante. Imparare a leggere e a giudicare il proprio tempo secondo il “pensiero di Cristo” e pensare Lui attraverso tutte le cose, ci conduce a una presenza, a un incontro che illumina, rivelando me a me stesso». L’impegno ordinario dell’oratorio, dopo la festa d’inizio anno, è proprio quello di favorire questo incontro.

Cernusco sul Naviglio, 26 settembre 2016