Giovedì 29 Febbraio

CON IL MOTTO “SCEGLI (IL) BENE”, LA SACER È IN FESTA

I ragazzi, gli adolescenti e i giovani della Sacer si apprestano a vivere la loro festa dell’oratorio, che segna l’inizio di un nuovo anno pastorale. Un appuntamento che dal 1902, anno di apertura del primo oratorio cittadino, si ripete per la loro gioia e per quella delle famiglie. Dopo la prima serata, giovedì 22 settembre, riservata ai bambini, si entra adesso nel pieno clima della festa con le altre tre giornate.


Foto archivio Festa oratorio Sacer
(Foto sopra e pagina iniziale: G. Melzi)

All’inizio del nuovo anno oratoriano il nostro arcivescovo, cardinale Angelo Scola, rivolge ai ragazzi, adolescenti e giovani che frequentano gli oratori ambrosiani, l’invito a «ascoltare con attenzione quel desiderio di essere felici che ognuno di voi ha nel cuore. Lo percepiamo a volte come il realizzarsi delle nostre aspirazioni, altre volte come l’assenza di problemi e fatiche o ancora come vita piena, riuscita, bella. Questo desiderio accomuna tutti gli uomini e le donne della storia, a qualsiasi credo, popolo, epoca essi appartengano.»

«Dio non ha altro scopo che quello di aiutare ciascuno di noi a realizzare il desiderio di felicità che abita la sua vita»: è la certezza del nostro arcivescovo, che poi aggiunge: «Un Dio alleato della nostra felicità, che si appassiona per la verità di ciò che ci piace e rende bella e felice la nostra esistenza: chi l’avrebbe mai detto? Fa male vedere come ci siano ancora tante persone che immaginano un Dio geloso della nostra felicità, quasi che a volte si divertisse a metterci “i bastoni tra le ruote”».

Ma «per compiere il nostro desiderio di bene – è convinzione di Scola - occorre educarsi pazientemente a scegliere il bene e a rifiutare il male, proprio come i musicisti o gli atleti che dedicano tempo e passione a perfezionare i movimenti e a correggere gli errori». Nel prossimo anno pastorale perciò «continueremo a lasciarci educare dal Signore a scegliere quanto fa bene alla nostra vita e a rigettare ciò che ci rende tristi. Per questo il nostro motto sarà: Scegli (il) bene!» Così – assicura l’arcivescovo - da «scoprire che Dio ha una risposta grande e chiara alla nostra voglia di una vita piena e felice. Egli ci invita a fare dono di noi stessi agli altri, ad aprirci con grande fiducia alla novità che ogni incontro ci porta, rinunciando alle sicurezze sulle quali spesso ci appoggiamo. Per entrare nella vita bisogna dunque uscire da noi stessi e seguire il Maestro. Mettendo un passo dopo l’altro dentro le sue orme.»

Con questo vivo desiderio di scegliere (il) bene, i ragazzi, gli adolescenti e i giovani della Sacer si apprestano a vivere la loro festa dell’oratorio. Un appuntamento che dal 1902, anno di apertura del primo oratorio cittadino, si ripete per la loro gioia e per quella delle famiglie. Dopo la prima serata, giovedì 22 settembre, riservata ai bambini, si entra nel pieno clima della festa con i prossimi appuntamenti.

Nella giornata di venerdì 23 settembre, alle 17 apertura pesca di beneficenza e gonfiabili; alle 19,30 porte aperte al Chiringuito, Longue e ristorante con il “Girorisotti” (su iscrizione). Alle 20,30, sul palco all’aperto, concorso di band musicali giovanili, mentre alle 21,30, in salone, “Doctor Why: il gioco a quiz più esilarante del momento!”

Per chi vuole conoscere l’Istituto L’Aurora di via Buonarroti angolo via Masaccio, dove hanno sede le scuole paritarie primaria e secondaria, una buona occasione è offerta dalla festa in programma per i suoi 35 anni di attività, che si svolgerà sabato 24 settembre, dalle ore 11 alle ore 16, in Oratorio Sacer. Per il programma dettagliato, leggere l’articolo pubblicato su questo sito.

Nel pomeriggio di sabato 24 settembre progressiva apertura delle diverse attività: gonfiabili e pesca di beneficienza (ore 14), Chiringuito (ore 15,30), Lounge (ore 17) e ristorante (ore 19,30).

Alle 20,30 arrivo della fiaccolata dei ragazzi del 2003, che faranno la professione di fede nel settembre 2017, partiti dalla casa delle suore di Madre Teresa in Milano. Alle 21 “Siks” in concerto, nel cortile della Sacer, mentre, alla stessa ora, nel teatro Agorà, commedia dialettale, atto unico - “La veglia di vedov” - a cura della Compagnia “Fil de ferr” di Lainate.

Domenica 25 settembre alle ore 9,30 Messa nel cortile della Sacer, nel corso della quale don Ettore Colombo, responsabile della Comunità pastorale cittadina, conferirà il mandato a tutti coloro che ricoprono un ruolo educativo nella nostra comunità: catechiste, educatori, allenatori Aso. I giovani che hanno partecipato alla GMG 2016 offriranno a tutti i presenti un ricordo dell’incontro con il Papa a Cracovia. Al termine della celebrazione, lancio dei palloncini, apertura stand, pesca di beneficienza, gonfiabili e “Ruota del Chiodini”. Alle 12 apertura del ristorante e Chiringuito. Nel pomeriggio: ore 14 riapertura gonfiabili, alle 16 grande giocone per tutti i bambini con i loro animatori e alle 18 esibizione hip-hop della scuola “Momas Studios”; infine, alle 19,30 apertura ristorante, pizzeria e Lounge per una serata da vivere ancora insieme.

Animatori ed educatori della Sacer saranno ben contenti di accogliere, in questi giorni di festa, tutti coloro che desiderano conoscere più da vicino l’oratorio, importante realtà educativa della nostra Comunità pastorale.

Cernusco sul Naviglio, 23 settembre 2016