Domenica 12 Luglio

“INSIEME A TAVOLA”: CRESCE LA COLLABORAZIONE CON “VDG MARKET“

La mensa per persone in situazione di bisogno, promossa dalla Caritas cittadina, può ora contare su una più ampia collaborazione di un’azienda cernuschese, che fornisce un primo piatto caldo.

Già dallo scorso anno VDG Market Cernusco collabora con “Farsi Prossimo”, associazione promossa dalla Caritas cittadina, offrendo generi alimentari confezionati per “Insieme a tavola", iniziativa che assicura un pasto caldo al martedì a pranzo e al giovedì a cena a persone di Cernusco e paesi limitrofi che si trovano in situazioni di difficoltà.

A partire da questo mese, la collaborazione si è ampliata: l’azienda, oltre a proseguire nella fornitura gratuita di prodotti confezionati, aggiunge anche un primo piatto per tutti gli ospiti accolti alla mensa della Caritas cittadina. “Un incaricato della nostra associazione – ci dice Roberto Mondonico, presidente di Farsi prossimo Cernusco - al giovedì sera si presenta presso le cucine del market e ritira le teglie con il prodotto ancora fumante e quindi pronto per essere immediatamente servito. I nostri volontari, presso la mensa del Centro cardinal Colombo, nel frattempo preparano la tavola e anche un secondo piatto per gli ospiti.”


La sede di VDG Market Cernusco

“Questa collaborazione è nata spontaneamente. I titolari di VDG Market Cernusco – ci spiega Mondonico - dopo aver conosciuto la nostra associazione, tramite amici comuni, e vedendo quanto in questi anni abbiamo fatto e continuiamo a fare nella nostra città a favore delle persone che si trovano in situazioni di bisogno e di disagio, ci hanno offerto la loro disponibilità a sostenere alcune nostre iniziative. In particolare, data la loro attività, “Insieme a tavola”. Una collaborazione che noi, ovviamente, abbiamo accolto ben volentieri, augurandoci che, il loro esempio, possa essere presto seguito da altre aziende.”

“Un grazie di cuore”, Mondonico ci tiene infine a rivolgerlo, “a tutte le persone e a tutti i volontari che ci aiutano nel nostro servizio quotidiano per le persone bisognose. Voglio solo ricordare che nel 2015 il servizio ‘Insieme a tavola’ ha servito 3.278 pasti e nel primo trimestre 2016 siamo già arrivati a 950 pasti. Segno che le situazioni di bisogno non diminuiscono mai.”


Mensa Caritas (foto archivio SIR: riproduzione riservata)

Ricordiamo che in Italia il 14,2% della popolazione non riesce ad avere un pasto adeguato perché non ha abbastanza soldi per comprare cibo. In cinque anni, dal 2007 al 2013, la percentuale di famiglie che si trova in questa condizione è salita del 3,2% (dal 5,3% all’8,5%). In Europa si parla di oltre 53 milioni di persone. Nella classifica europea l’Italia si colloca all’ottavo posto. Sono alcuni dei dati del monitoraggio sugli aiuti alimentari contenuto nel Rapporto di Caritas italiana sulla povertà alimentare presentato, nello scorso ottobre, all’Expo di Milano.

Nonostante i timidi segnali di ripresa dell’economia, i dati dei Centri di ascolto Caritas ci dicono che la povertà economica non è affatto sconfitta e che moltissimi italiani e stranieri ricorrono a mense e pacchi viveri perché in difficoltà di fronte a tante spese (affitto e mutuo, abiti, farmaci, bollette, libri scolastici). Sono stati infatti 6.273.314 i pasti distribuiti nel corso del 2014 da 353 mense Caritas in 157 diocesi italiane. I pacchi viveri sono stati distribuiti in 3.816 centri di 186 Caritas diocesane e 54 empori solidali, una forma innovativa di solidarietà che permette ai poveri di fare la spesa gratis come se fossero al supermercato.

Cernusco sul Naviglio, 26 aprile 2016