Sabato 11 Luglio

Suor Celestina amava l’oratorio

Nella prima lettura della Messa di sabato 1 febbraio si leggeva: “Vi ho sollevato su ali d’aquila e vi ho fatto venire fino a me”. Così Suor Celestina è passata dalla terra al cielo, dal tempo all’eternità, dalla storia all’estasi di Dio.

Alle prime luci dell’alba ha consegnato la sua anima al Signore col suo “Eccomi” carico di fede e amore. Negli ultimi mesi le sue condizioni motorie e cognitive andavano lentamente e progressivamente degenerando. L’ultima volta che ricevette la comunione eucaristica non dava segno di capire. Le fu detto forte nell’orecchio: “Suor Celestina, c’è qui il prete dell’oratorio”, aprì la bocca e accolse Gesù, a dimostrazione di quanto la vita oratoriana fosse scritta nel suo cuore a caratteri indelebili.

La conclusione della sua vita tra noi fu serena, dono del Signore.

Quasi 100 anni di vita, 73 di vita consacrata di cui ben 62 donati a Cernusco, sia nella scuola materna “Suor Maria Antonietta Sorre”, sia in oratorio SACER: commuovono questi numeri, già eloquenti in se stessi.

I Sacerdoti delle pastorale giovanile ne hanno valorizzato la collaborazione cordiale e appassionata in un’alleanza solidale. I bambini, i ragazzi, i giovani, i catechisti apprezzavano la sua preziosa presenza. Il suo carattere era forte e determinato, il suo donarsi era convinto e generoso, la sua collaborazione era oltremodo schietta e leale. Amava l’oratorio quasi fosse casa sua, cosa sua, suo nido.

Diceva il Fondatore Beato Luigi Biraghi: “Il Signore elesse voi per stargli vicino nella sua casa, per salvare anime redente col suo Sangue. Servitelo fedeli e generose”. Così volle essere e operare Suor Celestina nel suo apostolato e noi ringraziamo il Signore per avere mandato una Suora così tra noi. Ben a ragione le fu concesso il “Gelso d’oro” come riconoscimento del suo radicamento nel nostro tessuto cittadino.

A Suor Celestina il nostro saluto carico di riconoscenza nel segno di un’ affettuosa memoria che non si estinguerà. Alle nostre suore Marcelline nella persona della Madre Generale Suor Marimena e della Superiora Suor Anna le nostre condoglianze sincere e grate.

Don Ettore Bassani