Ultime notizie :

ACCOMPAGNIAMO I NOSTRI FRATELLI DEFUNTI. AGGIORNAMENTO AL 4 APRILE    

QUARESIMA: IL DOLORE DEL PECCATO   

QUARESIMA:LA SOFFERENZA in famiglia   

L’Apparizione della Madonna a Suor Elisabetta Redaelli: quando preghiera, fiducia e speranza guariscono…in terra cernuschese.   

ECCO VOCE AMICA DI APRILE!   

CARITAS CERNUSCO E’ ATTIVA NELL’EMERGENZA COVID-19   

DON ANDREA CITTERIO: LA SETTIMANA SANTA PER I BAMBINI ED I RAGAZZI   

DON ANDREA LUPI “DALLE CAMPANE” DI SAN GIUSEPPE LAVORATORE: IL SIGNORE NON CI ABBANDONA, BUONA SETTIMANA SANTA DIVERSA !   

Coronavirus. La Domenica delle palme senza ulivo? Non proprio: basta una pianta verde   

DOMENICA DELLE PALME: Accogliamo Gesù a Cernusco, come a Gerusalemme!   

SPERARE E AGIRE IN QUESTO TEMPO   

CONSULTORIO FAMILIARE: SOSTEGNO PSICOLOGICO PEDAGOGICO ED OSTETRICO ANCHE ON LINE    

OSPEDALE UBOLDO: RACCOLTA FONDI PER DUE NUOVI POSTAZIONI IN TERAPIA INTENSIVA   

CORONAVIRUS: VENTI I CASI A CERNUSCO, OGGI IL PRIMO DECESSO   

SAN SEBASTIANO. FESTA DELLA POLIZIA LOCALE, OCCASIONE PER CONOSCERE LA LORO ATTIVITA’   

SETTIMANA SANTA 2020 – IL PROGRAMMA   

Settimana Santa 2020 - Domenica delle Palme. Orari e Saluto dei Sacerdoti   

QUINTA SETTIMANA DI QUARESIMA. STIAMO CONNESSI!   

MONS. LUCIANO CAPRA: UN SALUTO AFFETTUOSO, CORDIALE E DI VICINANZA A TUTTA LA NOSTRA COMUNITA’. DAL VENTITRE’ FEBBRAIO ABBIAMO PIANTO CINQUANTASETTE VITTIME.   

La benedizione del Papa e dei vescovi. Per essere voce di tutti   

«DAMMI UN ATTIMO»: DARIO GELLERA CI AIUTA A RIFLETTERE   

EMERGENZA CORONAVIRUS, LE COMUNICAZIONI DAL COMUNE   

V Domenica dopo l´Epifania   

Presentazione del Signore   

S. Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe   

Martedì 7 Aprile

In visita all’”Adorazione dei Magi” di Artemisia Gentileschi

Questa artista ebbe una vita intensa e segnata da avvenimenti drammatici, ma già nel 1916 Roberto Longhi, uno dei più grandi storici dell’arte, diceva di lei: “l’unica donna in Italia che abbia mai saputo cosa sia pittura, e colore, e impasto, e simili essenzialità”.

Particolarmente commovente stare davanti a questo suo capolavoro. La tela di imponenti dimensioni (310×206 cm), fa parte di un ciclo decorativo realizzato per la cattedrale di Pozzuoli fra il 1636 e il 1637, ed è stata concessa eccezionalmente in prestito dalla Diocesi di Pozzuoli (NA) al Museo Diocesano dove sarà possibile ammirarla fino al 26 gennaio 2020.
Molte sono le emozioni che trasmette: nella mia mente sono riaffiorate le parole della dolcissima canzone Vanno, vanno, vanno/I tre Re Magi vanno, vanno,/E non si fermeranno/Finché non troveranno/Non troveranno Te, /Bambino Re dei Re”.
La pittrice, infatti, cattura il culmine del viaggio: il momento che l’evangelista Matteo affida al versetto “videro il bambino con Maria, sua madre; prostratisi, lo adorarono”.
E colpisce la dolcezza e la severità del volto di Maria che offre il Bambino; lo stupore impresso sul volto di Giuseppe, dipinto sullo sfondo;il re anziano che, entrato nella casa, poggia la corona per terra riconoscendo in quel Bambino il vero Re.

Oltre all’Adorazione dei Magi, e ad alcune tele significative esposte al Museo, c’è stata l’opportunità di visitare la Cappella Portinari: un’operadall’architettura ricchissima che si fonde con gli affreschi raffiguranti la vita di S. Pietro Martire, con al centro la bellissima arca contenente le spoglie del santo.

Mi limito a consigliare chi potesse di affrettarsi, per conoscere ed apprezzare la bellezza da cui siamo circondati.

Angela Belussi