Ultime notizie :

LA RISURREZIONE … LA VITA CONTINUA LA SUA PRIMAVERA   

LA RISURREZIONE È LA VOCAZIONE DELL’UOMO    

Mons. Biraghi e la fede in tempo di epidemia   

IL GIOCO DELLA RISURREZIONE   

LA SANTA MESSA CON CONCORSO DI POPOLO A CERNUSCO. NUMERI E CONSIDERAZIONI   

DA DON ANDREA CITTERIO L’INVITO A RISPONDERE ALL’APPELLO DI “OPERAZIONE MATO GROSSO”: SERVONO ALIMENTARI !   

A PROPOSITO DI… ORATORIO ESTIVO 2020    

CARO SERGIO, DON CARLO TRADATI È RITORNATO OPERAIO...    

ACCOMPAGNIAMO I NOSTRI FRATELLI DEFUNTI. AGGIORNAMENTO AL 16 MAGGIO   

DA LUNEDI´ 18 MAGGIO SI POTRA´ TORNARE A MESSA   

EVANGELIZZARE CON LA LEGGEREZZA DELLO SPIRITO   

«DAMMI UN ATTIMO»: DARIO GELLERA CI AIUTA A RIFLETTERE   

«DAMMI UN ATTIMO»: DARIO GELLERA CI AIUTA A RIFLETTERE   

OSPEDALE UBOLDO: RACCOLTA FONDI PER DUE NUOVI POSTAZIONI IN TERAPIA INTENSIVA   

CORONAVIRUS: VENTI I CASI A CERNUSCO, OGGI IL PRIMO DECESSO   

SAN SEBASTIANO. FESTA DELLA POLIZIA LOCALE, OCCASIONE PER CONOSCERE LA LORO ATTIVITA’   

“IO SONO LA LUCE DEL MONDO”. LA PRESENZA DI GESU’ ILLUMINA I NOSTRI CUORI   

S. ROSARIO MESE DI MAGGIO, NEI CORTILI TUTTE LE SERE ALLE 20.30   

DON LUCIANO: LA SPERANZA NON È LA STESSA COSA DELL’OTTIMISMO   

CHE GIOIA! DON LUCA RAIMONDI SARÀ PRESTO ORDINATO VESCOVO    

“DIO AIUTI I GOVERNANTI, SIANO UNITI NEI MOMENTI DI CRISI PER IL BENE DEI POPOLI”   

EMERGENZA CORONAVIRUS, LE COMUNICAZIONI DAL COMUNE   

V Domenica dopo l´Epifania   

Presentazione del Signore   

S. Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe   

Lunedì 1 Giugno

GRAZIE DON REMO!

La nostra Comunità pastorale mercoledì 1 maggio, alla Messa delle ore 9 in chiesa prepositurale, saluterà don Remo Luiselli che, dopo un periodo trascorso all’Istituto Biraghi, tornerà nella sua amata diocesi di origine, Bergamo. Abbiamo conosciuto e subito amato questo zelante sacerdote, dai tratti affabili e premurosi, nei sei anni trascorsi a Cernusco, ma ancor prima nel breve periodo che, a cavallo dell’anno 2000, passò nella nostra città.


Don Remo Luiselli, primo da destra, con don Ettore Bassani

Dallo scorso autunno, purtroppo, don Remo è stato costretto ad una forzata inattività, a seguito di problemi di salute. Alla degenza in ospedale è seguito il trasferimento alla ‘RSA Biraghi’ delle Suore Marcelline, in via Videmari, ma il protrarsi del suo ricovero hanno suggerito ai familiari e ai suoi superiori il passaggio ad una casa di riposo della Diocesi di Bergamo, dove avrà anche la vicinanza dei suoi confratelli.

Sacerdote della diocesi di Bergamo, don Remo, classe 1938, ha dapprima seguito un percorso universitario che lo ha portato, dopo l’ordinazione sacerdotale nel 1963, a laurearsi in sociologia all’Università di Trento, con specializzazione in criminologia, negli anni in cui la contestazione studentesca muoveva i suoi primi passi. Poi ha svolto numerosi incarichi in diocesi, a stretto contatto con i vescovi che si sono succeduti sulla cattedra che fu di Sant’Alessandro, godendo della loro fiducia. Come spesso ci ha raccontato nelle sue omelie, particolarmente impegnativo fu il periodo trascorso come responsabile di una comunità di accoglienza di tossicodipendenti. Un’esperienza che ha messo a dura prova le sue indiscusse doti umane e che gli ha fatto toccare con mano le ferite nel corpo e nell’anima di tanti giovani. Quindi trascorse alcuni mesi a Cernusco, a cavallo dell’anno 2000, collaborando con i sacerdoti della parrocchia prepositurale, e risiedendo presso la sorella, che abita nella nostra città.

Nel febbraio del 2001 lasciò Cernusco, a seguito della nomina a parroco della chiesa di San Gregorio Barbarigo nel quartiere Monterosso in Ber­gamo. Incarico che mantenne sino al settembre 2013, quando il vescovo di Bergamo ha accettato le sue dimissioni per “raggiunti limiti di età” ed ha acconsentito che potesse risiedere presso la sorella. Poco dopo il suo arrivo a Cernusco, don Remo si è messo nuovamente a disposizione della nostra Comunità pastorale per la celebrazione della Messa, per le confessioni e per il servizio pastorale ordinario. Scegliendolo come confessore, in tanti hanno avuto modo di apprezzarlo, perché pronto a dire a tutti una parola di speranza. Negli ultimi anni poi con la sua presenza nel mese di luglio alla Pensione di Bolbeno parecchi Cernuschesi hanno avuto la possibilità di averlo come guida spirituale e godere della sua amicizia.

Abbiamo tutti un dovere di riconoscenza verso don Remo, per la sua generosa disponibilità, e per questo la partecipazione alla celebrazione della Messa di mercoledì prossimo sarà il modo migliore per manifestarglielo.

Cernusco sul Naviglio, 29 aprile 2019