Giovedì 29 Febbraio

POLIAMBULATORIO: UN NUOVO SERVIZIO DELLA CARITAS CITTADINA

La giunta comunale, accogliendo la richiesta della Caritas cittadina, ha concesso in comodato un locale per ospitare il poliambulatorio. Prima dell’estate, la presentazione ufficiale dell’iniziativa.


Un poliambulatorio Caritas già operativo.
San Benedetto del Tronto (Foto archivio SIR)

Alla Caritas cittadina l'amministrazione comunale ha concesso in comodato uno spazio idoneo ad ospitare un ambulatorio poli­specialistico dove poter offrire assistenza medica gratuita alle persone che per mancanza di mezzi finanziari e per i lunghi tempi di attesa rinunciano alle cure, non essendo in grado di pagare il ticket richiesto dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e non rientrando tra coloro che beneficiano dell’esenzione totale. Un'iniziativa che la Caritas cittadina intende attuare anche con il coinvolgimento di altre associazioni in grado di garantire una rete di volontari per le funzioni di segreteria e piccola manutenzione, oltre che le risorse economiche per l'ordinaria gestione.

La giunta comunale, lo scorso 14 marzo, accogliendo la richiesta della Caritas Cittadina, ha deliberato di concederle in comodato d'uso gratuito per un periodo di 2 anni, con possibilità di rinnovo, un'unità immobiliare, di sua proprietà, in via Monza 17 per ospitare l'ambulatorio polispecialistico. A carico della Caritas cittadina saranno le manutenzioni ordinarie, le spese condominiali e quelle per le utenze.

Il poliambulatorio è un nuovo servizio che la Caritas cittadina, con la sua rete di volontari, intende offrire alle persone che, per diverse ragioni, non riescono ad accedere al SSN. Un servizio che nei prossimi mesi avremo modo di illustrare in modo più approfondito. Primo passo indispensabile per attivare il servizio era la disponibilità di un locale idoneo, che ora dovrà essere adeguato alla normativa vigente in materia sanitaria. La Caritas cittadina è ora in grado di definire meglio tutti gli aspetti organizzativi del nuovo poliambulatorio.

I volontari che mensilmente prestano la loro collaborazione gratuita nelle diverse iniziative promosse dalla Caritas sono una decina, mentre se si considerano anche tutti i servizi svolti dall'Associazione Farsi Prossimo salgono a circa un centinaio. Servizi che comprendono i due Centri di ascolto, che incontrano circa 400 persone all'anno; Insieme a tavola, con circa 50 persone a settimana accolte per un pasto; housing sociale; progetto lavoro; Nessuno escluso, progetto di inclusione sociale con Anffas Martesana, Enjoy Care e il Comune; accoglienza migranti, con 9 persone; collaborazione alla mensa del Centro sant’Ambrogio dei Fatebenefratelli, dove ogni sera persone in situazione di bisogno possono consumare una cena; visita nelle case a persone sole o malate.

Cernusco sul Naviglio, 27 marzo 2017