Giovedì 29 Febbraio

VISITA PASTORALE: UN’AZIONE CHE NE RICORDI L’EVENTO

Al consiglio pastorale, nella seduta dello scorso 14 febbraio, si è discusso anche di “Missione cittadina” e di vacanza intergenerazionale con meta a Barcellona, nel prossimo agosto


L’incontro dello scorso 26 marzo con monsignor Cresseri

Nuova riunione per il consiglio pastorale della Comunità pastorale, lo scorso 14 febbraio. Dopo le sollecitazioni del vicario episcopale, monsignor Cresseri - durante l’incontro del 26 gennaio scorso alla Parrocchia Madonna del Divin Pianto, nell’ambito della visita pastorale in corso nel nostro decanato - il consiglio è chiamato a individuare un’azione da intraprendere, quasi un compito in risposta alle consegne lasciate dal vicario.

Una promessa di impegno - Un’azione che diventa una promessa di impegno e che sarà suggellata dal vicario generale della diocesi, monsignor Mario Delpini, in un prossimo incontro con la nostra Comunità pastorale “Famiglia di Nazaret”, a conclusione della visita pastorale. Don Ettore, introducendo i lavori, ha richiamato la necessità di riconsiderare i numerosi spunti di riflessione, offerti sia dal vicario che dalle presentazioni dei diversi settori di attività della nostra comunità pastorale, per scoprire di cosa le nostre parrocchie hanno maggiormente bisogno per camminare, per essere espressione di una “Chiesa in uscita”.

Dagli interventi dei consiglieri è emerso l’invito a guardare il territorio per scoprirne le necessità e le emergenze in una città che invecchia, con gli anziani che meritano di essere seguiti e le famiglie che rischiano di usare Cernusco solo come luogo per dormire e non per crescere e condividerne la vita. Anche la vita dei nostri giovani merita attenzione: chi gravita sull’oratorio cerca poi evasione e divertimento al di fuori della città. Un’attenzione particolare meritano i nuovi arrivati nella comunità cristiana, dentro l’ordinarietà della sua vita: dalla preparazione al Battesimo, ai sacramenti dell’iniziazione cristiana, dalle attività sportive dell’ASO ai mezzi di comunicazione.

Occorre attivare sinergie per andare incontro alle persone, mostrando il volto di una comunità aperta e accogliente. Dobbiamo inoltre vivere la comunione tra noi in maniera diversa, riscoprendo il gusto di lavorare insieme per il bene comune della “perla preziosa”, che è la nostra comunità, al di là dei gruppi e delle diverse appartenenze, favorendo l’integrazione e la partecipazione dei giovani che hanno espresso l’esigenza di condividere la vita della comunità adulta, perché il loro cammino di crescita nella fede e di impegno nella comunità cristiana abbia un seguito. In quest’ottica, potrebbe essere rivisto anche il progetto pastorale della nostra Comunità ormai datato, rendendolo più vivo e rispondente alle esigenze delle persone. Da don Ettore, l’invito a continuare la riflessione, aggiornando l’individuazione dell’azione da intraprendere alla seduta di marzo.

La “Missione cittadina” - Proseguono i contatti di don David per la “Missione cittadina”, prevista per gli ultimi dieci giorni di ottobre 2017. Vista l’impossibilità di avvalersi di “Nuovi Orizzonti”, la comunità fondata da Chiara Amirante, sono stati avviati i primi contatti con i Padri di Nazaret. Dopo un incontro preliminare con don David e il gruppo di lavoro, incontreranno il consiglio pastorale in una prossima seduta per presentare nel dettaglio la proposta.

Barcellona: una vacanza intergenerazionale - Arriva dalla Diaconia della nostra Comunità pastorale la proposta di una vacanza intergenerazionale per festeggiare i dieci anni della “Famiglia di Nazaret”, come regalo di un tempo per stare insieme. Giovani, adulti, famiglie e anziani insieme e liberi dai ruoli che solitamente si ricoprono nella comunità. Un tempo per fare festa, vivendo la gioia di una vacanza intergenerazionale, in un luogo che richiami in qualche modo la “Famiglia di Nazaret” a cui la nostra comunità pastorale è dedicata. Barcellona, in Spagna, con la basilica della “Sagrada Familia” è sembrata la meta migliore: offre la possibilità di riunirsi insieme per celebrare l’Eucaristia nell’immensa opera d’arte, di fede e di bellezza creata da Gaudì, e di incontrarsi per una serata di riflessione, guidati da don Ettore, lasciando poi il rimanente tempo per visitare la città o per fare vacanza sulla spiaggia. Un gruppo di lavoro, insieme a don David, sta seguendo il progetto valutandone in maniera oculata i costi, per entrambi i periodi di vacanza: dal 12 al 20 agosto, oppure un periodo più ridotto dal 16 al 20 agosto.

La seduta si conclude con gli aggiornamenti per la partecipazione all’incontro con Papa Francesco a Monza, sabato 25 marzo. Il prossimo incontro è già stato fissato per martedì 14 marzo.


La Segreteria del Consiglio

Cernusco sul Naviglio, 22 febbraio 2017