Domenica 25 Luglio

È GIÀ TEMPO DI ISCRIVERSI ALL’ORATORIO FERIALE

L’oratorio feriale 2016 si intitola “Perdiqua” e riprendere uno dei temi più importanti di questo anno giubilare: il pellegrinaggio. Tante novità e alcune conferme delle scelte operate l’anno scorso.

L’oratorio feriale 2016 farà rivivere ai bambini e ragazzi «l’esperienza dell’Esodo. Il cammino del popolo d’Israele – spiega don David Maria Riboldi, vicario parrocchiale per la pastorale giovanile e responsabile dei tre oratori cittadini - aveva una meta ben chiara: la Terra Promessa; fu un cammino vissuto insieme e non da soli; affrontarono grandi fatiche nel corpo e nell’anima: la fame e la sete, lo scoraggia­mento e la lamentazione; quel cammino li rese senza patria, nomadi e bisognosi sempre delle terre altrui, perché certi della promessa del Signore. “Perdiqua” vuol dire che sapremo in­dicare una strada, cioè: per andare là, biso­gna passare “perdiqua”. Ricorda tanto il ge­sto della Porta Santa: per andare in cielo col direttissimo, senza passare dal purgatorio, bisogna passare “perdiqua”, ossia dalla Porta Santa. Così le tante regole del vivere insieme che si imparano nell’esperienza dell’oratorio feriale sono il “perdiqua” per diventare grandi, per diventare cristiani, amici di Gesù; si passa “perdiqua”: dall'accogliere, dal non escludere, dal perdonare, dal gioire, dall’aiutare.»


Logo dell’oratorio feriale 2016
In pagina iniziale, ragazzi dell’oratorio feriale 2015 in piscina al Centro sportivo Don Gnocchi

«Mi piace pensare che il cancello dell’oratorio sia la Porta San­ta – aggiunge Don David - passando la quale si entra in Paradiso! Oratorio scuola di misericordia, di opere dove ci si rimbocca le maniche per volerci bene ‘come Gesù’, a partire dagli animato­ri e dagli adulti che daranno da mangiare, da bere, che accoglieranno, consoleran­no. Davvero l’oratorio è, e sarà tanto più quest’anno, scuola di misericordia.»

Come sarà l’oratorio feriale 2016? Tante novità e alcune conferme delle scelte operate l’anno scorso. Confermata la scelta di assumere tre edu­catori, in collaborazione con la coo­perativa Pepita, uno per fascia d’età, in oratorio Sacer, quali coordinatori degli adolescenti e interfaccia adulta per i geni­tori sulle attività dell’oratorio. Al “Paolo VI” ci sarà Andrea, il giovane seminarista, come responsabile; al Divin Pianto direttamente gli animatori con le segretarie. Confermata la scelta, grazie alla disponi­bilità di animatori, cucina, segretarie, in­fermiere, di tenere aperto l’oratorio Sacer durante i giorni di gita: un servizio apprezzato. Confermata la positiva collaborazione con l’Itsos, che si allarga quest’anno ad altri Istituti, per accogliere ragazzi delle scuole superiori come animatori in alternanza “scuola/lavoro”.

Le novità: un nuovo sistema gestionale per gli accessi all’oratorio e per la moneta elet­tronica. Sarà adottato il programma “Sansone”, che avrà il pregio di unificare le funzioni che ad oggi sono divise in due diversi sistemi, ossia l’oratorio feriale e gli eventi dell’anno con le relative anagrafiche. Funzio­nerà un po’ come una carta pre-pagata, su cui uno carica dei soldi da cui potrà effet­tuare tutte le iscrizioni comodamente da casa o via smartphone, scalando i soldi già pre-caricati sull’utenza.

Un’altra novità è la collaborazione con Fa­bula, cooperativa educativa, che opera prevalentemente nel campo dell’autismo. «Sono comparsi come una grazia – dice don David -propo­nendo di attuare un oratorio feriale per ragazzi affetti da autismo, con numeri e competenze adeguati per offrire loro una reale esperienza di inclusione. Ho accolto la loro proposta come un dono di questo anno giubilare, perché ci danno la possibilità di vivere accoglienze che prima ci erano ne­gate.»

E nuova è anche la collaborazione con “Your best trainer”, associazione spor­tiva leader nell’organizzazione di attività sportivo-agonistiche per ragazzi. “Spero sia un’occasione preziosa soprattutto per coinvolgere i ragazzi delle medie – commenta don David - la fascia di età oggi più difficile da motivare. I ragaz­zi vivranno le attività formative dell’orato­rio e al momento dei giochi andranno a fare degli allenamenti intesivi con prepara­tori atletici ad hoc. I criteri educativi saran­no quelli dell’oratorio, segnalati su un pat­to educativo scritto da me e controfirmato dai responsabili della YBT.»

Giorni ed orari dell’oratorio feriale 2016 – Presso le segreterie dei tre oratori cittadini, sono aperte le iscrizioni e si possono richiedere informazioni. Di seguito, periodo di svolgimento e orari d’apertura e chiusura di ciascun oratorio.

In Sacer: dal 9 giugno al 15 luglio;
apertura cancelli: ore 7,45
- inizio attività ore 9,00 - fine attività ore 17,00.

Al “Paolo VI”, dal 13 giugno all’8 luglio;
apertura cancelli: ore 7,45
- inizio attività ore 9,00 - fine attività ore 17,00.

Al “Divin Pianto”, dal 13 giugno all’8 luglio;
apertura cancelli: ore 13,30 - inizio attività ore 14,00 - fine attività ore 17,00.

Cernusco sul Naviglio, 23 maggio 2016