Ultime notizie :

MESSAGGIO DI CHARIS IN PREPARAZIONE ALLA PENTECOSTE 2020   

LA RISURREZIONE … LA VITA CONTINUA LA SUA PRIMAVERA   

LA RISURREZIONE È LA VOCAZIONE DELL’UOMO    

Mons. Biraghi e la fede in tempo di epidemia   

ESERCIZI SPIRITUALI QUOTIDIANI ON LINE   

LA SANTA MESSA CON CONCORSO DI POPOLO A CERNUSCO. NUMERI E CONSIDERAZIONI   

DA DON ANDREA CITTERIO L’INVITO A RISPONDERE ALL’APPELLO DI “OPERAZIONE MATO GROSSO”: SERVONO ALIMENTARI !   

A PROPOSITO DI… ORATORIO ESTIVO 2020    

CARO SERGIO, DON CARLO TRADATI È RITORNATO OPERAIO...    

ACCOMPAGNIAMO I NOSTRI FRATELLI DEFUNTI. AGGIORNAMENTO AL 16 MAGGIO   

EVANGELIZZARE CON LA LEGGEREZZA DELLO SPIRITO   

«DAMMI UN ATTIMO»: DARIO GELLERA CI AIUTA A RIFLETTERE   

«DAMMI UN ATTIMO»: DARIO GELLERA CI AIUTA A RIFLETTERE   

OSPEDALE UBOLDO: RACCOLTA FONDI PER DUE NUOVI POSTAZIONI IN TERAPIA INTENSIVA   

CORONAVIRUS: VENTI I CASI A CERNUSCO, OGGI IL PRIMO DECESSO   

SAN SEBASTIANO. FESTA DELLA POLIZIA LOCALE, OCCASIONE PER CONOSCERE LA LORO ATTIVITA’   

“IO SONO LA LUCE DEL MONDO”. LA PRESENZA DI GESU’ ILLUMINA I NOSTRI CUORI   

S. ROSARIO MESE DI MAGGIO, NEI CORTILI TUTTE LE SERE ALLE 20.30   

DON LUCIANO: LA SPERANZA NON È LA STESSA COSA DELL’OTTIMISMO   

CHE GIOIA! DON LUCA RAIMONDI SARÀ PRESTO ORDINATO VESCOVO    

“DIO AIUTI I GOVERNANTI, SIANO UNITI NEI MOMENTI DI CRISI PER IL BENE DEI POPOLI”   

EMERGENZA CORONAVIRUS, LE COMUNICAZIONI DAL COMUNE   

V Domenica dopo l´Epifania   

Presentazione del Signore   

S. Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe   

Giovedì 4 Giugno

NATALE DEL SIGNORE. GESU’, L’EMMANUELE.

È da qualche anno che ho la sensazione che il Natale abbia perso un po’ del suo significato originario. Oggisi pensa più al Natale come ad una “vacanza” dalla scuola, alla possibilità di andare a sciare, ai regali, ai grandi “pranzi”...!
Intendiamoci: nulla in contrario al riposo, al trovarsi insieme in famiglia, al divertimento: ci mancherebbe altro. Però credo che corriamo il rischio di dimenticare una cosa importante: perché festeggiamo il Natale?

Perché in quei giorni tutto sembra fermarsi, come incantato, di fronte a qualcosa di “magico”?
Perché ricorda la nascita di Gesù. E Gesù, penso siamo tutti d’accordo, è il nostro Signore.

Preso dalle mille cose, spesso arrivo anch’io a Natale con la sensazione che il tempo mi sia sfuggito dalle mani e che il periodo di Avvento che stiamo vivendo, più che una preparazione alla grande festa, sia stato un momento disordinato di tante e tante cose che si sono accavallate. Che peccato!
Proviamo allora a fermarci un momento e riflettere: la festa del Natale non deve essere solo qualcosa di “commerciale”, ma deve riacquistare il sapore originario: la festa del Signore.

Natale è bello anche per i doni che ci scambiamo, ma sarebbe un peccato che lo diventasse solo per questo! Gesù viene per dare pace e serenità ai nostri cuori: Dio non si è dimenticato dell’uomo (anche se a volte sembriamo pensarlo davvero!). Vorrei allora augurare a tutti che il Natale di Gesù possa scendere nel nostro cuore e portarci la gioia di scoprirlo sempre presente in mezzo a noi: il suo stesso nome, Emmanuele, significa proprio DIO CON NOI!
Divertiamoci, dunque, troviamoci coi nostri parenti e festeggiamo insieme, ma ricordiamoci anche di noi stessi... e di Dio!

don Andrea Lupi


* Vicario Parrocchiale della Comunità Pastorale , presso la parrocchia San Giuseppe Lavoratore