Ultime notizie :

LA RISURREZIONE … LA VITA CONTINUA LA SUA PRIMAVERA   

LA RISURREZIONE È LA VOCAZIONE DELL’UOMO    

Mons. Biraghi e la fede in tempo di epidemia   

IL GIOCO DELLA RISURREZIONE   

LA SANTA MESSA CON CONCORSO DI POPOLO A CERNUSCO. NUMERI E CONSIDERAZIONI   

DA DON ANDREA CITTERIO L’INVITO A RISPONDERE ALL’APPELLO DI “OPERAZIONE MATO GROSSO”: SERVONO ALIMENTARI !   

A PROPOSITO DI… ORATORIO ESTIVO 2020    

CARO SERGIO, DON CARLO TRADATI È RITORNATO OPERAIO...    

ACCOMPAGNIAMO I NOSTRI FRATELLI DEFUNTI. AGGIORNAMENTO AL 16 MAGGIO   

DA LUNEDI´ 18 MAGGIO SI POTRA´ TORNARE A MESSA   

LA PENTECOSTE E LO SPIRITO SANTO, COSA E PERCHÉ SI FESTEGGIA   

«DAMMI UN ATTIMO»: DARIO GELLERA CI AIUTA A RIFLETTERE   

«DAMMI UN ATTIMO»: DARIO GELLERA CI AIUTA A RIFLETTERE   

OSPEDALE UBOLDO: RACCOLTA FONDI PER DUE NUOVI POSTAZIONI IN TERAPIA INTENSIVA   

CORONAVIRUS: VENTI I CASI A CERNUSCO, OGGI IL PRIMO DECESSO   

SAN SEBASTIANO. FESTA DELLA POLIZIA LOCALE, OCCASIONE PER CONOSCERE LA LORO ATTIVITA’   

“IO SONO LA LUCE DEL MONDO”. LA PRESENZA DI GESU’ ILLUMINA I NOSTRI CUORI   

S. ROSARIO MESE DI MAGGIO, NEI CORTILI TUTTE LE SERE ALLE 20.30   

DON LUCIANO: LA SPERANZA NON È LA STESSA COSA DELL’OTTIMISMO   

CHE GIOIA! DON LUCA RAIMONDI SARÀ PRESTO ORDINATO VESCOVO    

“DIO AIUTI I GOVERNANTI, SIANO UNITI NEI MOMENTI DI CRISI PER IL BENE DEI POPOLI”   

EMERGENZA CORONAVIRUS, LE COMUNICAZIONI DAL COMUNE   

V Domenica dopo l´Epifania   

Presentazione del Signore   

S. Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe   

Sabato 30 Maggio

II Domenica dopo la Dedicazione

La parabola che il vangelo di questa domenica ci offre, gravita intorno al tema del rifiuto della persona e del messaggio di Gesù da parte di coloro che avrebbero dovuto accoglierlo con tutto il cuore.

Ciò che invece fanno coloro che vengono considerati peccatori e indegni: i pubblicani e le prostitute.

È una parola di grande respiro anche per noi: possiamo rivolgerci a Gesù anche dopo un rifiuto.

Possiamo tornare a cercarlo anche dopo esserci molto allontanati.

La sua pazienza è infinitamente più grande della durezza del nostro cuore, solo la fede semplice e profonda dei piccoli ci rende capaci di ascoltare.

La nostra salvezza non consiste in un comportamento ineccepibile, ma nel tendere a Dio con tutto il cuore.

Una vita ligia a tutte le norme esteriori ci chiude nel nostro egoistico orgoglio.

Ma, ci dice Paolo nella seconda lettura, noi non siamo giustificati per le opere della legge, ma dalla fede in Gesù Cristo.

Solo la fede ci dona di far vivere Cristo in noi.

La vigna della nostra vita è continuamente abbellita e custodita da Dio…

Potessimo vedere la cura con cui Dio ci protegge e si prende cura anche delle più piccole cose del nostro vivere!

Sapremmo dire subito «Sì» ai suoi inviti e non indugeremmo nel mettere in pratica le sue parole.

L’intercessione di Maria ci doni di essere obbedienti e docili.

Non ci accada di essere rigettati come la vigna indegna, ma possiamo portare i frutti di santità che il Padre aspetta da ciascuno di noi.
Benedettine dell'adorazione perpetua (testo dal sito www.liturgiagiovane.org - immagine di copertina dal sito www.wikipedia.org)


Per leggere il testo della Messa  cliccare qui