Ultime notizie :

MESSAGGIO DI CHARIS IN PREPARAZIONE ALLA PENTECOSTE 2020   

LA RISURREZIONE … LA VITA CONTINUA LA SUA PRIMAVERA   

LA RISURREZIONE È LA VOCAZIONE DELL’UOMO    

Mons. Biraghi e la fede in tempo di epidemia   

ESERCIZI SPIRITUALI QUOTIDIANI ON LINE   

LA SANTA MESSA CON CONCORSO DI POPOLO A CERNUSCO. NUMERI E CONSIDERAZIONI   

DA DON ANDREA CITTERIO L’INVITO A RISPONDERE ALL’APPELLO DI “OPERAZIONE MATO GROSSO”: SERVONO ALIMENTARI !   

A PROPOSITO DI… ORATORIO ESTIVO 2020    

CARO SERGIO, DON CARLO TRADATI È RITORNATO OPERAIO...    

ACCOMPAGNIAMO I NOSTRI FRATELLI DEFUNTI. AGGIORNAMENTO AL 16 MAGGIO   

EVANGELIZZARE CON LA LEGGEREZZA DELLO SPIRITO   

«DAMMI UN ATTIMO»: DARIO GELLERA CI AIUTA A RIFLETTERE   

«DAMMI UN ATTIMO»: DARIO GELLERA CI AIUTA A RIFLETTERE   

OSPEDALE UBOLDO: RACCOLTA FONDI PER DUE NUOVI POSTAZIONI IN TERAPIA INTENSIVA   

CORONAVIRUS: VENTI I CASI A CERNUSCO, OGGI IL PRIMO DECESSO   

SAN SEBASTIANO. FESTA DELLA POLIZIA LOCALE, OCCASIONE PER CONOSCERE LA LORO ATTIVITA’   

DON LUCIANO: GIUGNO “AD MULTOS ANNOS!”   

“IO SONO LA LUCE DEL MONDO”. LA PRESENZA DI GESU’ ILLUMINA I NOSTRI CUORI   

S. ROSARIO MESE DI MAGGIO, NEI CORTILI TUTTE LE SERE ALLE 20.30   

DON LUCIANO: LA SPERANZA NON È LA STESSA COSA DELL’OTTIMISMO   

“DIO AIUTI I GOVERNANTI, SIANO UNITI NEI MOMENTI DI CRISI PER IL BENE DEI POPOLI”   

EMERGENZA CORONAVIRUS, LE COMUNICAZIONI DAL COMUNE   

V Domenica dopo l´Epifania   

Presentazione del Signore   

S. Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe   

Giovedì 4 Giugno

UNO SGUARDO ECONOMICO SULLA NOSTRA COMUNITÀ

Nella nostra Comunità pastorale, oltre al consiglio pastorale, c’è anche il consiglio per gli affari economici che collabora con il parroco. Una rassegna degli argomenti esaminati nel 2018

Oratorio Sacer e Centro sportivo Don Gnocchi

Il consiglio per gli affari economici ha il compito di aiutare il responsabile della nostra Comunità pastorale nell’amministrazione dei beni delle tre parrocchie. Ha funzione consultiva e i suoi componenti sono ‘chiamati ad esprimere non solamente un parere tecnico, ma anche a condividere la responsabilità dell’intera vita della Comunità mediante una corretta e proficua gestione dei suoi beni’. Il consiglio per gli affari economici ‘non può prescindere, soprattutto per le scelte economiche di maggiore importanza e di carattere generale, dalle indicazioni offerte dal consiglio pastorale parrocchiale’. Attualmente fanno parte di questo consiglio - insieme a don Luciano, don Enrico e don Renato – Antidormi Antonio, Capalbo Giuseppe, Cucchi Lorenzo, Farina Fiorangela, Fuzio Riccardo, Galbiati Luca, Guzzi Carlo, Mauri Mirella, Meregalli Lia, Pollastri Luca e Vella Pasquale. Dallo scorso settembre, le riunioni del consiglio sono mensili, mentre prima erano bimestrali. Questa scelta è stata dettata dai numerosi e rilevanti argomenti che ogni volta sono posti all’ordine del giorno delle riunioni. Passando in rassegna quanto esaminato nel corso dell’anno appena concluso, evidenziamo alcune delle questioni più importanti che sono state affrontate.

Adempimenti normativi – La sicurezza degli ambienti e dei luoghi di lavoro, la privacy (normativa in vigore dal 25 maggio scorso) e la fatturazione elettronica (introdotta dal 1° gennaio di quest’anno) sono normative che interessano anche le parrocchie, sia per l’attività istituzionale che per quelle commerciali. Avvalendosi della consulenza di esperti in materia, il consiglio ha esaminato la situazione esistente e ha suggerito i necessari adempimenti.

Gruppo acquisto diocesano – È nato dalla volontà della Curia Arcivescovile di Milano di offrire alle parrocchie un servizio nella gestione degli acquisti e con l’obiettivo di supportarle nei processi di acquisto per renderli più efficaci, funzionali ed efficienti ai fini del perseguimento dei singoli scopi pastorali, in coerenza con gli indirizzi generali diocesani. La costituzione di questo nuovo gruppo ha spinto il consiglio a fare un’attenta analisi dei consumi e delle condizioni contrattuali in essere per le forniture, al momento, di gas ed energia elettrica al fine di conseguire, dove possibile, significativi risparmi di spesa e di valutare se esistono oppure no le condizioni per una nostra adesione.

Gestione contabile unitaria dei tre oratori – Nel 2018, in via sperimentale e senza che fosse richiesta dalla normativa diocesana, è stata introdotta una gestione unitaria della contabilità dei tre oratori, dettata dall’esigenza di semplificare adempimenti e procedure e dalla presenza di attività e iniziative che non rimangono confinate in un singolo oratorio ma interessano anche gli altri due. Rilevato però che la centralizzazione economica può incrementare la disistima verso una singola realtà che, seppur deve necessariamente crescere e camminare insieme con le altre due, deve pur avere una sua concreta autonomia, quantomeno nella gestione delle strutture che ci sono e che vanno mantenute anche per evitare inutili malcontenti, ha convenuto di ritornare, con il 2019, ad una gestione contabile separata per ciascun oratorio.

Centro sportivo Don Gnocchi – Dopo il parere favorevole espresso dal consiglio pastorale sulla proposta di riqualificazione (vedere ‘Voce Amica’ di ottobre 2018), il consiglio per gli affari economici ha definito il piano finanziario e predisposto la documentazione da trasmettere all’Ufficio Amministrativo Diocesano per ottenere il relativo decreto che autorizza l’esecuzione dei lavori. Il piano finanziario per il primo lotto dei lavori, che riguarda la riqualificazione del bar e opere relative, prevede una spesa di circa 380mila euro, così finanziati: euro 280mila dai contributi comunali (8% oneri urbanizzazione, come da legge regionale), euro 100mila erogazione da privato. Nel corso del mese di gennaio si confida che la Curia possa esprimersi in merito.

Partecipazione a bando regionale – Per l’Oratorio Paolo VI è stata presentata alla Regione la domanda per poter beneficiare di un finanziamento sui lavori da eseguire nel ‘vecchio’ fabbricato ai fini del superamento delle barriere architettoniche, di adeguamento dei servizi igienici e di sostituzione della caldaia. Nelle prossime settimane si dovrebbe conoscere l’esito del bando.

Casa di Val Masino – A seguito del venir meno della disponibilità in loco delle persone che ne garantivano la custodia e la sorveglianza, della necessità di dover sostenere alcune spese di manutenzione straordinaria, della nostra mutata situazione pastorale e dell’esigenza di una più intensa valorizzazione della Pensione di Bolbeno, è stato risolto consensualmente il contratto, a decorrere dal 1° gennaio 2019, per la ‘Casa’ utilizzata dalla pastorale giovanile.

Rendiconto annuale – È impegno del consiglio per gli affari economici - su precisa indicazione del parroco, sin dalla prima riunione che ha presieduto – pubblicare nei prossimi mesi, sulle pagine di questo nostro mensile, il rendiconto 2018 di ciascuna parrocchia.

Carlo Guzzi

Cernusco sul Naviglio, 14 gennaio 2019