Giovedì 29 Febbraio

“WEB LIFE”, TRE SERATE SULL’EDUCAZIONE DIGITALE

Conoscere e immergersi nella nuova cultura linguistica, senza però lasciarsi appiattire da essa, può aiutare genitori ed educatori a comunicare in modo più efficace con le giovani generazioni

Foto da: www.agensir.it

La Comunità pastorale “Famiglia di Nazaret” - in preparazione alla Missione cittadina “per essere uno” – propone tre serate per genitori sull’educazione dei figli nell’era digitale. Gli incontri saranno tenuti da don Giovanni Fasoli, padre dell’Opera “Servi di Nazaret” (Verona), psicologo clinico e dell’educazione, docente di cyber-coaching, cyber-psicologia, pedagogia e psicopatologia della realtà virtuale all’Università IUSVE di Venezia/Mestre.

Il primo incontro è in programma mercoledì 11 ottobre all’Oratorio Paolo VI di via San Francesco, sul tema “Interne e famiglia”. Il giorno successivo, giovedì 12 ottobre, all’Istituto Aurora-Bachelet di via Buonarroti angolo via Masaccio si parlerà di “Interne e scuola”. Per il terzo incontro, venerdì 13 ottobre, al cinema Agorà di via Marcelline sarà proposta una puntata dalla serie televisiva “Tredici” con successivo dibattito. Tutti gli incontri sono alle ore 21.

Le nuove tecnologie sono una nuova forma di linguaggio che ormai i giovani parlano nativamente. Conoscere e immergersi in questa nuova forma di cultura linguistica senza però lasciarsi appiattire da essa, può aiutare genitori ed educatori a comunicare in modo più efficace con le giovani generazioni, in famiglia, a scuola come nei gruppi di aggregazione. Altrimenti il rischio è quello che si crei una frattura tra due generazioni che non comunicano più, perché oltre al gap generazionale, se ne aggiunge uno per così dire ‘linguistico-tecnologico’”.

Da più parti è stata richiamata l’importanza di una educazione ai nuovi media. Ragazzi, adolescenti sono spesso lasciati soli davanti alle chat e ai social network, con tutti i pericoli che questo può comportare a livello di privacy e di annientamento dello spazio privato nella loro vita. Il problema è che ancora sono pochi gli educatori preparati, ‘competenti’, loro per primi, a questo compito e le stesse famiglie sono spesso sole e impreparate in questa battaglia. Anche la scuola fa fatica a entrare in questa dimensione. Oggi serve una sinergia tra tutti coloro che lavorano nel campo dell’educazione, genitori, parrocchia, scuola. Ecco, quindi, che diventano importanti iniziative come questa, proposta dalla nostra Comunità pastorale.

Ecco il volantino dell’iniziativa:

Cernusco sul Naviglio, 10 ottobre 2017