Ultime notizie :

MESSAGGIO DI CHARIS IN PREPARAZIONE ALLA PENTECOSTE 2020   

LA RISURREZIONE … LA VITA CONTINUA LA SUA PRIMAVERA   

LA RISURREZIONE È LA VOCAZIONE DELL’UOMO    

Mons. Biraghi e la fede in tempo di epidemia   

ESERCIZI SPIRITUALI QUOTIDIANI ON LINE   

LA SANTA MESSA CON CONCORSO DI POPOLO A CERNUSCO. NUMERI E CONSIDERAZIONI   

DA DON ANDREA CITTERIO L’INVITO A RISPONDERE ALL’APPELLO DI “OPERAZIONE MATO GROSSO”: SERVONO ALIMENTARI !   

A PROPOSITO DI… ORATORIO ESTIVO 2020    

CARO SERGIO, DON CARLO TRADATI È RITORNATO OPERAIO...    

ACCOMPAGNIAMO I NOSTRI FRATELLI DEFUNTI. AGGIORNAMENTO AL 16 MAGGIO   

EVANGELIZZARE CON LA LEGGEREZZA DELLO SPIRITO   

«DAMMI UN ATTIMO»: DARIO GELLERA CI AIUTA A RIFLETTERE   

«DAMMI UN ATTIMO»: DARIO GELLERA CI AIUTA A RIFLETTERE   

OSPEDALE UBOLDO: RACCOLTA FONDI PER DUE NUOVI POSTAZIONI IN TERAPIA INTENSIVA   

CORONAVIRUS: VENTI I CASI A CERNUSCO, OGGI IL PRIMO DECESSO   

SAN SEBASTIANO. FESTA DELLA POLIZIA LOCALE, OCCASIONE PER CONOSCERE LA LORO ATTIVITA’   

“IO SONO LA LUCE DEL MONDO”. LA PRESENZA DI GESU’ ILLUMINA I NOSTRI CUORI   

S. ROSARIO MESE DI MAGGIO, NEI CORTILI TUTTE LE SERE ALLE 20.30   

DON LUCIANO: LA SPERANZA NON È LA STESSA COSA DELL’OTTIMISMO   

CHE GIOIA! DON LUCA RAIMONDI SARÀ PRESTO ORDINATO VESCOVO    

“DIO AIUTI I GOVERNANTI, SIANO UNITI NEI MOMENTI DI CRISI PER IL BENE DEI POPOLI”   

EMERGENZA CORONAVIRUS, LE COMUNICAZIONI DAL COMUNE   

V Domenica dopo l´Epifania   

Presentazione del Signore   

S. Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe   

Giovedì 4 Giugno

CHE FINE HANNO FATTO…

C’è un’ondata che rischia di sommergerci tutti ed è quella del mare di rifiuti, di plastica in particolare che sta saturando i nostri mari. È strano, curioso, anzi preoccupante, che così poco se ne parli

C’è un’ondata che rischia di sommergerci tutti. E non è quella dei migranti di cui si parla in abbondanza, non sempre centrando il cuore del discorso. Perché un problema migranti c’è ed è di epiche dimensioni, ma ci si concentra di più sulle conseguenze nei Paesi che li accolgono (o non li accolgono) piuttosto che sulle cause che portano a questi spostamenti di massa. C’è un’ondata che rischia di sommergerci tutti ed è quella del mare di rifiuti, di plastica in particolare che sta saturando i nostri mari, nostri perché sono a pochi chilometri da noi e nostri perché la nostra esistenza dipende anche dal loro stato di salute.

È strano, curioso, anzi preoccupante, che così poco se ne parli, che il tema ambiente sia ancora tutto sommato un argomento da “tempo libero” sul tavolo politico nazionale e internazionale. Esistono partiti politici che nel loro “manifesto” hanno uno o due punti chiari, ben precisi, di quelli che vanno alla pancia della gente. E non esiste più o quasi una forza politica e di opinione che metta al primo posto il tema ambiente che è spesso e volentieri relegato alle “varie ed eventuali”. C’è il tema sicurezza, meno quello della sicurezza del cibo che mangiamo e dell’aria che respiriamo. C’è il tema delle sanzioni nei confronti di chi sbaglia, molto meno quello dell’educazione a stili di vita compatibili con la salute del pianeta. Che poi è la nostra.

La plastica che soffoca i nostri mari e i nostri pesci, lo smog che rende i nostri cieli una camera a gas sembrano non interessare così tanto. E neppure fare molta paura. Fa paura se tutto questo diventa un maggior costo e non sempre ciò si traduce in una “paura educativa”. Con il risultato che spendendo di più ci si sente legittimati ad inquinare ancora di più. Sembra mancare del tutto la consapevolezza che andando avanti di questo passo, tra poco, molto poco, saremo tutti profughi in cerca di un Paese in cui emigrare per sopravvivere. Senza più un porto sicuro, una terra incontaminata. In fuga dal nostro nemico. Noi stessi

Walter Lamberti

direttore “La Fedeltà” (Fossano)
(da: www.agensir.it)

Cernusco sul Naviglio, 21 gennaio 2019