Ultime notizie :

ORARI SANTE MESSE A CERNUSCO SUL NAVIGLIO   

CORO PER LA PACE - Serata di canti dell´antica tradizione slava dedicati alla Vergine Maria   

MAGGIO, MESE MARIANO   

Iscrizione online all’Oratorio Estivo   

FALO´ DI S. ANTONIO. I BIGLIETTI VINCENTI.   

Santuario, pronti per la posa dei coppi sul tetto   

AUSER CERCA VOLONTARI   

PRESEPE VIVENTE E MUSICA ALL´ASSUNTA, GLI APPUNTAMENTI DI SABATO 17   

GMG 2023 LISBONA: CERNUSCO PRESENTE !   

NATALE 2022: DONA UNA SPESA   

Santuario, invitati alla generosità anche in tempi non facili   

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA, PROGRAMMA 2022/23   

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA, PROGRAMMA 2022/23   

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA... ISCRIZIONI APERTE!   

Ora et Labora - Anche quest’anno in Oasi l’incontro dedicato a quanti nella Comunità pastorale svolgono un servizio per la coppia.    

“QUANDO UNO HA PAURA, INVECE CHE FARE IL SINDACO È MEGLIO CHE FACCIA UN ALTRO MESTIERE”   

SETTIMANA DELL´EDUCAZIONE 2023   

Novena e Tempo di Natale, gli appuntamenti   

DOMENICA 6/11, INAUGURAZIONE DELLA BOUTIQUE DELLA SOLIDARIETÀ   

Iscrizioni al catechismo 2022/23   

“Santa Maria”, patrimonio di tutti   

Don Luciano: Teniamo il cuore aperto alla speranza!   

Don Luciano: Per noi cristiani non esiste Natale se non è quello di Gesù   

Novembre, nel 60° anniversario dell´inizio del Concilio Ecumenico Vaticano II   

DON LUCIANO, OTTOBRE: Essere profeta, testimone e missionario del Signore!   

Giovedì 26 Gennaio

Santuario, pronti per la posa dei coppi sul tetto

Si stanno anche preparando le facciate per la posa dell’intonaco armato. Proseguirà per tutto il 2023 la ‘Raccolta fondi”

«Durante lo scorso mese di dicembre – scrive l’architetto Paolo Grassi per Voce Amica di gennaio 2023 - i lavori al Santuario non hanno avuto soste; si è proceduto secondo i programmi alla realizzazione della copertura e al rifacimento / consolidamento delle facciate. Ultimata la struttura del tetto sopra al coro, si è proceduto al montaggio della struttura del tetto sopra la navata del Santuario. Con le capriate consolidate, il montaggio del tetto è stato abbastanza veloce e ad oggi la struttura completata è pronta per la realizzazione dell'orditura per la ventilazione dei coppi, la posa delle lattonerie e la stesa definitiva delle tegole. Queste saranno in parte di recupero. Sono stati accatastati in cantiere tutti i coppi "validi" per la posa, saranno miscelati con nuovi elementi in cotto scelti in percentuale di tre colorazioni per dare un effetto stonalizzato alla nuova copertura.»

«Contestualmente si è proceduto alla preparazione delle facciate per l'intonaco armato – prosegue il direttore dei lavori - che viene steso in questi ultimi giorni del mese. É stata posizionata una rete in fibra di carbonio che viene resa solidale alle murature con l'ausilio di connettori in fibra di vetro ancorati alla muratura con apposite resine insufflate. Questa finitura ad intonaco armato renderà compatta la struttura muraria delle pareti perimetrali, così da dare un miglioramento sismico all'intero sistema della struttura. Liberato l'interno della chiesa dalle strutture provvisorie nella zona del coro, è inoltre da poco iniziata la posa della porzione di pavimentazione in marmo, così da rendere uniformi le superfici con finitura in pietra.»

«Come richiestoci nel parere della Soprintendenza da poco trasmessoci – conclude Grassi - nel mese di dicembre si è provveduto ad affidare a personale qualificato l'esecuzione dei saggi stratigrafici sugli intonaci interni al Santuario. In base ai riscontri oggettivi che avremo dallo studio eseguito dalle restauratrici, sarà possibile elaborare un progetto di restauro, pulizia o comunque di sistemazione delle superfici interne del Santuario, opera che comunque avrà bisogno del necessario assenso delle autorità superiori. Nel prossimi mesi, una volta campionate le tinte delle facciate e definite di concerto con i funzionari della Soprintendenza, si potrà iniziare l'opera di colorazione finale e smontaggio dei ponteggi, liberando alla vista il Santuario.»

La “raccolta fondi” prosegue – Per far fronte al pagamento dei lavori di restauro e risanamento conservativo in corso al Santuario di Santa Maria (spesa prevista circa 900mila euro), la Comunità pastorale non può che continuare a confidare nella generosità dei Cernuschesi e quindi, anche per tutto il 2023, proseguirà la raccolta fondi. Ricordiamo le diverse possibilità per partecipare alla raccolta fondi:

- offerta da consegnare ai sacerdoti o da mettere nelle apposite cassette poste nelle tre chiese parrocchiali cittadine;

- offerta straordinaria durante le Messe della prima domenica del mese in tutte e tre le parrocchie cittadine;

- offerta mediante bonifico bancario sul c/c intestato a Parrocchia Santa Maria Assunta, IBAN IT 32 D 08453 32880 000000001043 con la causale: offerta lavori Santuario;

- contributo per beni culturali agevolato fiscalmente:
a) per le persone fisiche: detrazione dall’imposta lorda del 19% della somma erogata;
b) per le imprese: deducibilità dal reddito dell’intera somma;
con bonifico bancario sul c/c intestato a Parrocchia Santa Maria Assunta, IBAN IT 14 Q 08453 32880 000000013070, causale: contributo lavori Santuario;
per beneficiare dell’agevolazione fiscale è necessario, una volta effettuato il bonifico, richiedere la ricevuta del contributo versato inviando una mail a: santamariaassuntacernusco@gmail.com, con i propri dati anagrafici e codice fiscale, oltre ad allegare copia della contabile bancaria; oppure telefonare allo 02.9243991;

- disporre, con testamento, l’eredità o un legato a favore della Parrocchia Santa Maria Assunta (per ulteriori dettagli, vedere Voce Amica di novembre 2022).

In allegato: Dal Santuario, ‘Voce Amica’ di gennaio 2023

Cernusco sul Naviglio, 17 gennaio 2023