Ultime notizie :

CORO PER LA PACE - Serata di canti dell´antica tradizione slava dedicati alla Vergine Maria   

MAGGIO, MESE MARIANO   

Iscrizione online all’Oratorio Estivo   

QUARESIMA 2022   

X Giornata Mondiale delle Famiglie   

Bolbeno, a settembre la “due giorni” con Don Angelo    

È il Signore che sta passando: chi l’accoglie fa miracoli   

SANTUARIO, RIMOSSI QUASI TUTTI I LEGNAMI DELLA COPERTURA   

“È UNA VERA MERAVIGLIA!”: DUE GIORNI A BOLBENO CON DON ANGELO   

Pastorale Samaritana: “Tu mi aiuti e Dio ti aiuterà”   

Lavori al Santuario, riprogettate le capriate del tetto    

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA... ISCRIZIONI APERTE!   

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA... ISCRIZIONI APERTE!   

Ora et Labora - Anche quest’anno in Oasi l’incontro dedicato a quanti nella Comunità pastorale svolgono un servizio per la coppia.    

“QUANDO UNO HA PAURA, INVECE CHE FARE IL SINDACO È MEGLIO CHE FACCIA UN ALTRO MESTIERE”   

PROGETTI SPECIALI PER IL CENTRO SANT’AMBROGIO   

Don Luciano, Luglio. La vacanza può diventare occasione gioiosa di trasmissione della fede   

DON LUCIANO. GIUGNO: "Preghiamo per le vocazioni sacerdotali e religiose"   

DON LUCIANO. MAGGIO, A MARIA CONSACRIAMO L’AVVENIRE DELL’INTERA FAMIGLIA UMANA   

Cernusco Soccorre: raccolta fondi per i profughi ucraini a Cernusco sul Naviglio   

“Santa Maria”, patrimonio di tutti   

Domenica 15 maggio 2022 - IV Settimana di Pasqua   

VI Domenica dopo l´Epifania   

III Domenica dopo l´Epifania   

DOMENICA DELL´INCARNAZIONE   

Giovedì 11 Agosto

Aprile 2021 | Voce Amica

"Presto, andate a dire ai suoi discepoli: È risuscitato dai morti, e ora vi precede in Galilea; là lo vedrete."

VOCE AMICA
di aprile 2021 è ora in distribuzione

In questo numero:

LA COPERTINA

"Presto, andate a dire ai suoi discepoli: È risuscitato dai morti, e ora vi precede in Galilea; là lo vedrete."

(Matteo 28,7)

LA PAROLA DEL PARROCO

La Risurrezione di Gesù è esattamente il cuore della nostra fede

Carissimi,

dopo l’intenso e importante viaggio in Iraq di papa Francesco questa testimonianza del Card. Sako patriarca di Baghdad ci aiuta a vivere bene questo tempo di Pasqua: “La croce della nostra Chiesa caldea è una croce gloriosa. Nelle nostre chiese non si trova Cristo sulla croce, ma una croce senza Cristo. Per noi cristiani, così spesso perseguitati, è speranza di risurrezione. Gesù è risorto e noi avremo la stessa sorte. Non abbiamo paura!”

La paura non è frutto dello spirito di Dio e non viene da Dio per cui se abbiamo veramente Cristo risorto nel cuore non dobbiamo avere paura di vivere anche se talvolta la vita si presenta con qualche difficoltà grande come quella che stiamo vivendo.

Sempre nel suo viaggio in Iraq, Papa Francesco ci ha fatto vedere come il bene alla fine vince sempre sul male e quanta speranza ci hanno dato e ci danno i nostri fratelli di quelle chiese così spesso sofferenti per non essere in pace. Dobbiamo imparare molto da una testimonianza così forte e autentica.

Sempre il Patriarca Sako in un libro intervista del 2015 diceva. “Ho questa speranza, che alla fine arriverà la risurrezione. Noi siamo in un tunnel, lungo, stretto e oscuro. Ma alla fine, c’è la luce, c’è il giorno. Il male non ha futuro. Fa molti danni, molto rumore, uccide, ma non ha futuro. Mentre il bene è lento, laborioso, ma dura. E’ stabile. E’ vincente”.

Se perdiamo questo sguardo e questo orizzonte è difficile rimanere cristiani in un mondo complicato e ostile dove spesso veniamo sopraffatti dalle difficoltà e dal peso mediatico del rumore che il male fa in ogni angolo della terra. Se fosse così sarebbe davvero vana la croce di Cristo e una favola la sua Resurrezione, ma per noi non è così perché la Risurrezione di Gesù è esattamente il cuore della nostra fede e quindi il centro e l’orientamento principale della nostra vita.

Sapere che la morte non è l’ultima parola sulla vita perché Cristo l’ha vinta con la sua risurrezione riempie di senso la nostra esistenza e ci solleva dal dubbio del fallimento e dalla sensazione del nulla e del vuoto che proviamo nelle grosse difficoltà della vita.

Un poeta anonimo del II secolo mette sulla bocca del Risorto queste parole: “Ho spezzato i catenacci delle porte, … più nulla mi parve imprigionato perché ero io la chiave di ogni cosa. Sono andato incontro a tutti i miei reclusi per liberarli perché nessuno sia più né carcerato né carceriere”.

Cristo, il Dio che si fa carne ha condiviso fino in fondo, e ancor oggi condivide la nostra condizione. “Come il ferro, a contatto con il fuoco, assume il colore di quest’ultimo, così la nostra carne, ricevuto in se stessa il Verbo deificante, è liberata dalla corruzione. Per questo Cristo si è rivestito della nostra carne, per liberarla dalla morte”. (Cirillo di Alessandria)

Ma allora perché la Resurrezione rimane segreta? Per rispetto alla nostra libertà. Il Risorto non s’impone. Egli non si mostra ai potenti di queto mondo, ma si rivela unicamente a coloro che l’accolgono con fede e con amore. Non è la risurrezione a suscitare la fede, ma è la fede che consente alla risurrezione di manifestarsi. (Oliver Clement)

Viviamo la gioia di aver celebrato la Pasqua e la certezza che Cristo è vivo in noi ci libera da ogni paura e ci riempie di speranza.

Questo tempo pasquale sia per ciascuno di noi un tempo di speranza e di gioia autentica sapendo che Dio in Gesù è presente e operante nella nostra vita quotidiana.

Buon tempo pasquale!

don Luciano

ATTUALITA’

La scomparsa di don Enrico Ghezzi: prete e uomo di vive e forti passioni

PRIMO PIANO

“Ma chi è il prossimo?”

Prossima apertura della Bottega della Solidarietà

A Cernusco la San Vincenzo chiude

La Società di San Vincenzo de’ Paoli

Una presenza silenziosa accanto ai poveri

Una giornata alla San Vincenzo

Nel ricordo di un gruppo giovanile di volontariato sociale

Un breve tratto di strada

COMUNITA’ PASTORALE

Via Crucis: nella prova non ci abbandoni, Signore

"Il vero annuncio pasquale: Gesù è Risorto!"

Una grande grazia e una vera gioia

Ricordi di Pellegrinaggi in Terra Santa

“Aggiungi un posto a tavola”: incontri sulle tematiche familiari

GRUPPO VERDE – PRESCOLARE: Sul lago di Tiberiade: Dov'è la vostra fede?

GRUPPO ARANCIONE – PRIMARIA: Stare in rete senza impigliarsi: le tre attenzioni

GRUPPO FUCSIA – MEDIE: È tempo di crescere nella fede come, quando, perché?

GRUPPO MARRONE – SUPERIORI: Ricercare il conflitto, a quale scopo?

FAMIGLIA

Inizio Anno Famiglia Amoris Laetitia

MISSIONI

Myanmar: da suor Ann a suor Giuseppa

LE PARROCCHIE:

Santa Maria Assunta

Il santuario di Santa Maria è nel cuore di tutti i cernuschesi, giovani e anziani

Nella rilettura della vita di san Giovanni di Dio

San Giuseppe Lavoratore

Con cuore di Padre

Madonna del Divin Pianto

Una mattina… al servizio!

ANNIVERSARI

Nibai: un progetto ancora valido (2a parte)

ASSOCIAZIONI

CAI: 75 anni di attività a Cernusco

I baldi giovani di allora progettarono il futuro

PizzAut anche su Fiaccolina

PASTORALE GIOVANILE

Don Andrea: Pace e gioia! Il Tempo Pasquale

“Abbi cura di lui”: il Consiglio della Comunità educante

Dalla Via Crucis alla Resurrezione

A maggio i sacramenti dell’iniziazione cristiana

Armati di scope, sacchi e rastrelli

LA CITTA’

Qualche scampolo di vita cernuschese e una riflessione

Le vaccinazioni dalla metà di aprile...

Attestato di gratitudine per la polizia locale

Ci hanno segnalato... al parco Trabattoni

Cernusco perde un amico dello sport, e non solo

Senza scordare le rubriche: il Diario, il Taccuino, la programmazione di Agorà, le Farmacie di turno, le Necrologie, tutti gli orari delle celebrazioni e degli uffici parrocchiali, l’anagrafe, anche “corposa”, di ciascuna parrocchia...

VOCE AMICA”, al suo 96esimo anno di vita, è il mensile cattolico della Comunità pastorale “Famiglia di Nazaret”: chi non lo riceve direttamente a casa, lo può trovare in fondo alle chiese parrocchiali cittadine o in Libreria del Naviglio (via Marcelline 39).

Il numero di aprile 2021 è in distribuzione da sabato 3 aprile
Il prossimo numero sarà in distribuzione da sabato 8 maggio 2021

Non perderti un numero

Numeri precedenti