Ultime notizie :

CORO PER LA PACE - Serata di canti dell´antica tradizione slava dedicati alla Vergine Maria   

MAGGIO, MESE MARIANO   

Iscrizione online all’Oratorio Estivo   

QUARESIMA 2022   

X Giornata Mondiale delle Famiglie   

Bolbeno, a settembre la “due giorni” con Don Angelo    

È il Signore che sta passando: chi l’accoglie fa miracoli   

SANTUARIO, RIMOSSI QUASI TUTTI I LEGNAMI DELLA COPERTURA   

“È UNA VERA MERAVIGLIA!”: DUE GIORNI A BOLBENO CON DON ANGELO   

Pastorale Samaritana: “Tu mi aiuti e Dio ti aiuterà”   

Lavori al Santuario, riprogettate le capriate del tetto    

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA... ISCRIZIONI APERTE!   

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA... ISCRIZIONI APERTE!   

Ora et Labora - Anche quest’anno in Oasi l’incontro dedicato a quanti nella Comunità pastorale svolgono un servizio per la coppia.    

“QUANDO UNO HA PAURA, INVECE CHE FARE IL SINDACO È MEGLIO CHE FACCIA UN ALTRO MESTIERE”   

PROGETTI SPECIALI PER IL CENTRO SANT’AMBROGIO   

Don Luciano, Luglio. La vacanza può diventare occasione gioiosa di trasmissione della fede   

DON LUCIANO. GIUGNO: "Preghiamo per le vocazioni sacerdotali e religiose"   

DON LUCIANO. MAGGIO, A MARIA CONSACRIAMO L’AVVENIRE DELL’INTERA FAMIGLIA UMANA   

Cernusco Soccorre: raccolta fondi per i profughi ucraini a Cernusco sul Naviglio   

“Santa Maria”, patrimonio di tutti   

Domenica 15 maggio 2022 - IV Settimana di Pasqua   

VI Domenica dopo l´Epifania   

III Domenica dopo l´Epifania   

DOMENICA DELL´INCARNAZIONE   

Giovedì 11 Agosto

Febbraio 2021 | Voce Amica

"Andare a scuola significa aprire la mente e il cuore alla realtà"

VOCE AMICA

di febbraio 2021 è ora in distribuzione

 

In questo numero:

 

LA COPERTINA

"Andare a scuola significa aprire

la mente e il cuore alla realtà"

(Papa Francesco)

 

LA PAROLA DEL PARROCO

Dio vede ogni cosa e la sua Provvidenza conduce tutto al bene

Carissimi,
domenica 21 febbraio inizieremo il tempo liturgico della Quaresima.

Ho trovato illuminante questa citazione del teologo Joseph Ratzinger fatta in una delle sue tante conferenze. Ci può aiutare a capire come il dolore e la sofferenza per noi cristiani trovano senso nella croce di Cristo e nella sua conseguente libertà davanti al male.

“…Il grande ideale della nostra generazione è una società libera dalla tirannia, dal dolore e dall’ingiustizia; questo è ciò che indicano le turbolente esplosioni dei giovani e il risentimento dei vecchi quando vedono che la tirannia, l’ingiustizia e il dolore continuano come al solito. La lotta contro il dolore e l’ingiustizia nasce da un impulso fondamentalmente cristiano, ma pensare che attraverso le riforme sociali e l’eliminazione del dominio e del sistema giuridico si possa realizzare qui e ora un mondo libero dal dolore è una dottrina sbagliata, profondamente ignorante della natura umana.
In questo mondo il dolore non deriva solo dalla disuguaglianza di ricchezza e di potere. La sofferenza non è l’unico peso che l’uomo deve scaricare dalle sue spalle. Chi la pensa così deve rifugiarsi nel mondo illusorio della droga, per poi ritrovarsi più depresso dopo, in contrasto con la realtà. Solo sopportando sé stesso e liberandosi dalla tirannia del proprio egoismo l’uomo trova sé stesso, la propria verità, la propria gioia e la propria felicità.

La crisi del nostro tempo dipende soprattutto dal fatto che ci viene fatto credere che è possibile diventare uomini senza autocontrollo, senza la pazienza della rinuncia e la fatica del superamento, che non è necessario il sacrificio di mantenere gli impegni assunti, né lo sforzo di soffrire con pazienza la tensione di ciò che si dovrebbe essere e di ciò che si è realmente.
Un uomo che viene privato di ogni fatica e trasportato nella terra promessa dei suoi sogni perde la sua autenticità e la sua autostima. In realtà, l’uomo si salva solo attraverso la croce e l’accettazione delle proprie sofferenze e delle sofferenze del mondo, che trovano il loro significato liberatorio nella passione di Dio. Solo così l’uomo diventerà libero. Tutte le altre offerte ad un prezzo migliore sono destinate a fallire. La speranza del cristianesimo e il destino della fede dipendono da qualcosa di molto semplice, dalla sua capacità di dire la verità. La sorte della fede è la sorte della verità; essa può essere oscurata e calpestata, ma mai distrutta…”

E’ innegabile che in questo momento, tutt’altro che facile, potremmo essere tentati di cedere alla tristezza. Ma la tristezza, come dicevano i padri della Chiesa, è fonte di ogni male. Quando ci assale si accompagna ad un senso di disperazione e l’anima si svuota, si indebolisce.

Cadere vittima della tristezza e della malinconia per la vita, per la compagnia degli altri e per la solitudine è segno di mancanza di fede nella Provvidenza e nella bontà di Dio e di ciò che fa per noi. Non dovremmo mai cedere alla tristezza perché se siamo tristi dimostriamo di essere convinti che qualche cosa che non è dovrebbe essere e che vorremmo che ciò non fosse”.(Card. Spidlik)

Quando ci coglie la tristezza e la disperazione dobbiamo rafforzare la nostra fede nel fatto che Dio vede ogni cosa e che la sua Provvidenza conduce tutto al bene.
Questo momento che stiamo vivendo ci richiama ancora con più forza la parola che l’apostolo Pietro dice a Gesù: “Signore da chi andremo, tu solo hai parole di vita eterna” ! (Gv 6,68).

don Luciano

 

 

PRIMO PIANO

“Tocca a noi, tutti insieme”: per continuare con speranza

Una comunità di uomini e donne in cammino

Un tempo di costruzione paziente

Operare con uno sguardo di speranza verso il futuro

L’alleanza tra famiglie e scuola per l’azione educativa

Covid: una modalità di fare scuola del tutto nuova

La cultura non si ferma: il libro è un bene primario

Accanto ai pazienti oncologici durante la pandemia

Gesti di condivisione per farci carico dell’altro

 

TEMPO LITURGICO

Quaresima: tempo per purificare anima e corpo

L’adorazione della Croce e la celebrazione della Via Crucis

Appunti di viaggio in Terra Santa

 

COMUNITA’ PASTORALE

“Accogliere la fragilità della vita”

 

FAMIGLIA

Il momento favorevole per la Chiesa, famiglia di famiglie

 

MISSIONI

Don Sandro: Più del grazie vale lo sguardo e l’emozione

 

ANNIVERSARI

Vent’anni con cernuscoinsieme.it, sagrato virtuale

 

LE PARROCCHIE:

                Santa Maria Assunta

                               Grazie Agostino per cinquant’anni di animazione liturgica!

San Giuseppe Lavoratore

                               La preghiera per i defunti ci educa a una vera visione della vita

Madonna del Divin Pianto

Novantasette anni fa l’apparizione

...lo scorso anno...

                               Tanti auguri, don Renato

 

PASTORALE GIOVANILE

                Don Andrea: Per chi e per che cosa siamo qui

                Tombolata batte Covid

Stare insieme a tutti, soprattutto agli ultimi

ASO’: Si ricomincia!

Scout: Nuovi arrivi nel Branco Roccia della pace

LA CITTA’

Per meglio organizzare il lavoro dei prossimi mesi

il Prof. Carlo Alberti (el Carlin di Albert)

Un vero poeta cernuschese

Un uomo, un poeta, un grande

Supermercato in Tv!

Rose bianche per fare memoria

Ricordo del Prof. Giorgio Sirtori

               Scrupoloso con i malati e affezionato al personale

Senza scordare le rubriche: il Diario, il Taccuino, la programmazione di Agorà, le Farmacie di turno, le Necrologie, tutti gli orari delle celebrazioni e degli uffici parrocchiali, l’anagrafe, anche “corposa”, di ciascuna parrocchia...

VOCE AMICA”, al suo 96esimo anno di vita, è il mensile cattolico della Comunità pastorale “Famiglia di Nazaret”: chi non lo riceve direttamente a casa, lo può trovare in fondo alle chiese parrocchiali cittadine o in Libreria del Naviglio (via Marcelline 39).

Il numero di febbraio 2021 è in distribuzione da sabato 6 febbraio
Il prossimo numero sarà in distribuzione da sabato 6 marzo 2021

Non perderti un numero

Numeri precedenti