Ultime notizie :

ORARI SANTE MESSE A CERNUSCO SUL NAVIGLIO   

CORO PER LA PACE - Serata di canti dell´antica tradizione slava dedicati alla Vergine Maria   

MAGGIO, MESE MARIANO   

Iscrizione online all’Oratorio Estivo   

FALO´ DI S. ANTONIO. I BIGLIETTI VINCENTI.   

Santuario, pronti per la posa dei coppi sul tetto   

AUSER CERCA VOLONTARI   

PRESEPE VIVENTE E MUSICA ALL´ASSUNTA, GLI APPUNTAMENTI DI SABATO 17   

GMG 2023 LISBONA: CERNUSCO PRESENTE !   

NATALE 2022: DONA UNA SPESA   

Santuario, invitati alla generosità anche in tempi non facili   

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA, PROGRAMMA 2022/23   

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA, PROGRAMMA 2022/23   

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA... ISCRIZIONI APERTE!   

Ora et Labora - Anche quest’anno in Oasi l’incontro dedicato a quanti nella Comunità pastorale svolgono un servizio per la coppia.    

“QUANDO UNO HA PAURA, INVECE CHE FARE IL SINDACO È MEGLIO CHE FACCIA UN ALTRO MESTIERE”   

SETTIMANA DELL´EDUCAZIONE 2023   

Novena e Tempo di Natale, gli appuntamenti   

DOMENICA 6/11, INAUGURAZIONE DELLA BOUTIQUE DELLA SOLIDARIETÀ   

Iscrizioni al catechismo 2022/23   

“Santa Maria”, patrimonio di tutti   

Don Luciano: Teniamo il cuore aperto alla speranza!   

Don Luciano: Per noi cristiani non esiste Natale se non è quello di Gesù   

Novembre, nel 60° anniversario dell´inizio del Concilio Ecumenico Vaticano II   

DON LUCIANO, OTTOBRE: Essere profeta, testimone e missionario del Signore!   

Giovedì 26 Gennaio

Settembre 2020 | Voce Amica

“Mi sono sentito ospite, fratello benvenuto ed accolto alla mensa di sorelle e fratelli”

VOCE AMICA di settembre 2020 è ora in distribuzione

In questo numero:

LA COPERTINA

“Mi sono sentito ospite, fratello benvenuto

ed accolto alla mensa di sorelle e fratelli”

LA PAROLA DEL PARROCO

La gioia è nel Signore!

Carissimi,

anzitutto permettetemi un ricordo particolare per una cara persona che lo scorso 5 agosto ci ha lasciato: Padre Luciano Ghezzi. La celebrazione del suo funerale è stata una conferma di quanto Padre Luciano sia stato un grande uomo e un grande prete missionario. La sua morte ha lasciato un immenso vuoto in tante persone e anche nella nostra Comunità pastorale di cui si è sempre dimostrato un valido aiuto. Nulla è perduto però! Ora Padre Luciano è al cospetto di Dio e saprà amarci con lo stesso amore di Dio per cui, mentre continuiamo ad affidarlo all’amore del Padre, chiediamo a Padre Luciano di seguirci dal cielo.

Dopo la pausa estiva eccoci alla “ripresa” di un nuovo anno pastorale. Ci aspettano un po’ di incognite perché non sappiamo ancora come andranno le cose circa questa pandemia che ci ha colpito. Crescerà il virus? Sparirà? Troveranno il vaccino?... Domande che non possiamo non farci perché in tutti noi resta viva la questione: potremo fare come prima? Tornerà la normalità di prima? Nonostante tutto stiamo imparando a capire che forse la nostra vita esige un cambiamento non solo nello stile ma anche nelle domande più profonde che dobbiamo porci. Questo tempo ci ha costretto a fermarci e come tale è giusto domandarci: che direzione sta prendendo la nostra vita e come vogliamo affrontare il tempo che ci sta davanti?

Il nostro Arcivescovo Mario all’inizio di questo nuovo anno pastorale ci invita ad invocare la Sapienza di Dio per tornare all’essenziale. Nel suo nuovo programma pastorale “Infonda Dio sapienza nel cuore”, l’Arcivescovo vuole dirci che “Non è più tempo di banalità e di luoghi comuni, non possiamo accontentarci di citazioni e di prescrizioni. È giunto il momento per un ritorno all’essenziale, per riconoscere nella complessità della situazione la via per rinnovare la nostra relazione con il Padre

Ora più che mai siamo chiamati e fortemente interpellati a tenere viva la domanda di senso nella nostra vita come ci suggerisce bene anche l’Arcivescovo emerito Card. Scola: “La Chiesa in quanto comunità di credenti è chiamata a tener viva la questione del senso per la vita di ogni uomo e di ogni popolo. Senso come significato: “per chi” io vivo? E senso come direzione, scelta di un cammino che realizza la mia libertà in una compagnia salvata da Cristo. Nella sua struttura elementare il cristianesimo, infatti, è un avvenimento che si produce in un incontro e sollecita la libertà della persona. Sono convinto che se noi cattolici, invece di ricadere in sterili e anacronistiche contrapposizioni, ci ritrovassimo più uniti, più gioiosi e più coraggiosi di testimoniare la ricchezza e la bellezza del messaggio di Cristo in tutte le sue implicazioni, molti uomini e donne del nostro tempo riscoprirebbero il fascino dell’essere Chiesa”. (Card. A. Scola, “Ho scommesso sulla libertà”).

Si ha come l’impressione che diversi, soprattutto anziani, hanno perso l’entusiasmo e si sentono scoraggiati … sembra non esserci più il coraggio e la forza di vivere e di affrontare la vita di ogni giorno, c’è tanta paura. Per altri, soprattutto giovani, sembra che il problema non esista più, anzi non mi tocca da vicino ma tocca gli altri, quelli più deboli, quelli che sono già un po’ ammalati o sono anziani! Ma non possiamo riprendere il cammino se siamo demoralizzati o demotivati, non possiamo camminare sicuri se siamo spavaldi e non stiamo attenti a dove mettiamo i piedi…

Forse per una giusta ripresa è chiesto a tutti di tornare all’essenziale.

Dobbiamo imparare a conoscere dove stiamo andando e per chi stiamo vivendo. I cristiani in un tempo così non possono stare a metà, occorre “decidersi per Cristo” altrimenti la nostra vita resterà vuota e non avremo più niente da dire a nessuno né con la nostra esistenza e tantomeno con le opere che resteranno solo un buon impegno per il bene comune. Sentiamo più che mai vere le parole di S. Giovanni Paolo II: “Non abbiate paura! Aprite le porte a Cristo”, allora tutto sarà più facile e affronteremo ogni giorno con coraggio ciò che ci verrà chiesto.

Per questo nuovo inizio ci affidiamo a Maria che veneriamo nel nostro Santuario come Madre Addolorata. Vi aspettiamo per la festa del Santuario e a far visita alla Madonna che, non avendolo potuto fare la sera del Venerdì santo, sosterà nella chiesa parrocchiale per qualche giorno prima della festa che sarà domenica 20 settembre.

Buona ripresa!

don Luciano

COMUNITA’ PASTORALE

Padre Luciano Ghezzi ci ha lasciato

Uomo accanto al cuore degli uomini

Una vita spesa testimoniando il Vangelo

“Nella mia vita, incarno il dono della vostra fede”

Ora sei nell’abbraccio di Dio, ed è profonda felicità

Gigante d’umiltà!

Un angelo custode tornato in cielo

Il mio amico “Luciano barba”, un prete dal cuore grande

Condividevi con noi il tuo autentico incontro con Lui

Meditazione Cristiana, piccolo seme gettato da padre Luciano

PRIMO PIANO

Questa strana estate

In Oratorio si costruisce la Chiesa

Duc in altum

Pedalate, pellegrini, pedalate!

A Bolbeno “andavo sul sicuro”

Un’insolita estate

Un’estate condizionata dal Covid

COMUNITA’ PASTORALE

FESTA di SANTA MARIA ADDOLORATA

Programma della festa

Maria, madre della speranza

È successo alla festa del Santuario

Il nostro aiuto al Fondo San Giuseppe

“Esige tutto te, Colui che ti ha creato”

Le necessità della parrocchia riguardano tutti

Il “parroco ciclista” ha tagliato il traguardo definitivo

I nostri ragazzi in Piazza san Pietro

Il momento favorevole... per ricominciare con “Aggiungi un Posto a Tavola”!

AGORÀ

Finalmente si ricomincia!

Riparte anche il Cineforum

PASTORALE GIOVANILE

Don Andrea: A occhi aperti

“Non abbiate paura di sognare cose grandi!”: gli adolescenti a Bolbeno

E per ricordo, l’acchiappasogni

Tre parole per una vacanza

Ognuno è speciale, unico

C’è un tesoro nascosto nel campo – Campeggio “59bis”

Tutte le cose nuove vissute quest’estate – Oratorio Estivo

“Duc in altum”: da Siena a Roma in bicicletta sulla Francigena

Il viaggio non finisce a Roma

Il pellegrinaggio dell’educatore

Come pedalare nella nostra fede?

Non solo cannoli, arancine e turismo: giovani in Sicilia

Centro Sportivo: Per ora tutto bene, speriamo anche in futuro

Gli Scout: Un campetto per il CdA!

LA CITTA’

“Ci baciamo a settembre”: la promessa studiando da casa – Il nuovo libro di Marco Erba

Scuole: dopo i “lavori in corso” si attende l’inizio delle attività

Era il 29 luglio... a Roma!

Senza scordare le rubriche: il Diario, il Taccuino, la programmazione di Agorà, le Farmacie di turno, le Necrologie, tutti gli orari delle celebrazioni e degli uffici parrocchiali, l’anagrafe, anche “corposa”, di ciascuna parrocchia...

VOCE AMICA”, al suo 95esimo anno di vita, è il mensile cattolico della Comunità pastorale “Famiglia di Nazaret”: chi non lo riceve direttamente a casa, lo può trovare in fondo alle chiese parrocchiali cittadine o in Libreria del Naviglio (via Marcelline 39).

Il numero di settembre 2020 è in distribuzione da sabato 12 settembre

Il prossimo numero sarà in distribuzione da sabato 10 ottobre 2020

Non perderti un numero

Numeri precedenti